Guus Hiddink può assumere impegni con squadre di club, il via libera dalla federazione russa

Ciro Ferrara, nel movimentato post partita di ieri sera, ha dichiarato di voler restare al timone della Juventus nonostante il periodo terribile che sta vivendo la sua squadra. Alle sue parole però fanno ecco quelle del nuovo presidente della federcalcio russa nonché ministro dello sport Vitaly Mutko, a riportarle il sito life.ru. La più alta


Ciro Ferrara, nel movimentato post partita di ieri sera, ha dichiarato di voler restare al timone della Juventus nonostante il periodo terribile che sta vivendo la sua squadra. Alle sue parole però fanno ecco quelle del nuovo presidente della federcalcio russa nonché ministro dello sport Vitaly Mutko, a riportarle il sito life.ru. La più alta carica del calcio in Russia con le sue affermazioni ha di fatto autorizzato l’allenatore della nazionale Guus Hiddink a trattare con eventuali squadre di club a lui interessate, ovvio che oggi il pensiero va subito ai bianconeri.

“In teoria, Guus può allenare anche via radio, purché allo stesso tempo ci faccia diventare campioni. Nel caso del Chelsea, si era trattato di una questione privata, data l’amicizia con Roman Abramovich che è anche fondatore dell’accademia nazionale di calcio in Russia. Abbiamo accettato di negoziare, e non penso che le cose possano cambiare se l’interlocutore sarà qualcun altro”, parole chiare che non lasciano spazio a nessuna interpretazione. Ovviamente i russi pretendono qualcosa in cambio dall’olandese, prima di tutto il commissario tecnico dovrà rinunciare al suo stipendio di 7 milioni di euro per tutta la durata del suo impegno con il club, inoltre in nessun modo questa seconda attività dovrà interferire con il lavoro con la nazionale.

Il problema economico è praticamente trascurabile, visto che la cifra di cui si è parlato per portare Hiddink in Italia è la stessa, sufficiente a legarlo alla Juve per 18 mesi. Inoltre i due impegni inoltre sarebbero facilmente conciliabili, l’anno scorso ha dimostrato di poter fare bene col Chelsea, sfortunatamente sconfitto dal Barcellona in Champions League, e con la Russia, eliminata in maniera clamorosa dalla Slovenia negli spareggi per i mondiali sudafricani. Nel pomeriggio a Torino è previsto un vertice tra Jean Claude Blanc e Roberto Bettega, l’argomento caldo sarà ovviamente la panchina e chissà che nelle prossime ore la dirigenza bianconera non possa arrivare alla decisione del cambio allenatore.