Svolta Siena, il cambio di proprietà si è concretizzato nella notte: Mezzaroma succede a Lombardi Stronati

Il passaggio di proprietà dell’A.C. Siena dalle mani di Giovanni Lombardi Stronati a quelle di Massimo Mezzaroma era atteso per la giornata di ieri. Le trattative, estenuanti, si sono protratte a lungo al punto che la tanto agognata firma del nuovo patron è arrivata alle prime ore di oggi, all’1:28 la Robur ha ufficialmente cambiato


Il passaggio di proprietà dell’A.C. Siena dalle mani di Giovanni Lombardi Stronati a quelle di Massimo Mezzaroma era atteso per la giornata di ieri. Le trattative, estenuanti, si sono protratte a lungo al punto che la tanto agognata firma del nuovo patron è arrivata alle prime ore di oggi, all’1:28 la Robur ha ufficialmente cambiato padrone. Tale avvicendamento si era reso inevitabile a causa della frattura, ormai insanabile, tra i sostenitori senesi e il vecchio presidente, creatasi a causa dell’accumulo di errori gestionali che hanno portato i bianconeri in una situazione di classifica pericolosissima.

Lombardi Stronati lascia la città toscana dopo quasi 3 anni di gestione, era in carica dal 30 marzo 2007 quando acquisì la società dallo storico presidente della promozione Paolo De Luca che sarebbe morto il giorno dopo. In questi anni ha conquistato tre salvezze di cui ben due con record di punti annesso. Il suo successore, Massimo Mezzaroma, proviene dalla nota famiglia di costruttori romani ed è l’attuale presidente della Roma Volley, è figlio di Pietro Mezzaroma e cugino di primo grado di Cristina Mezzaroma, moglie di Claudio Lotito. L’imprenditore capitolino era uno dei sostenitori della cordata di imprenditori che avrebbero dovuto rilevare la Roma pur lasciando la presidenza alla famiglia Sensi, progetto che poi non ha avuto realizzazione.

Il cambio di proprietà del Siena è stato realizzato in appena 40 giorni di trattative grazie alla mediazione del Monte dei Paschi, Mezzaroma ha acquisito l’80% delle azioni della società per la cifra di 10 milioni di euro, il restante 20% come al solito è nelle mani di una cordata di imprenditori senesi riuniti sotto il Progetto Siena. La nuova proprietà dovrà intervenire subito sul mercato per rafforzare la squadra impegnata nella dura lotta salvezza, per questo al momento non sono previsti grandi sconvolgimenti nel settore sportivo della società: Manuel Gerolin resta al suo posto di direttore sportivo, non è escluso però che alla chiusura della finestra di mercato non ci siano cambiamenti, sono già stati fatti i nomi di gente come Foschi e Perinetti.

Intanto sono già stati comunicati i nomi dei nuovi consiglieri d’amministrazione dell’A.C Siena: i detentori del pacchetto di maggioranza, oltre al presidente Massimo Mezzaroma, hanno nominato Valentina Mezzaroma, Massimo Cherubini, Pierpaolo Sganga, Giuseppe Bernardini, Giorgio Meo e Andrea Bellandi. Sono invece Massimo Brogi e Alberto Parri gli uomini scelti dal gruppo Progetto Siena che controlla il pacchetto di azioni minoritario.

I Video di Calcioblog