Calciomercato Lazio: il ribelle Mauro Zarate, tentativo River Plate?

E' ormai rottura conclamata tra Lotito e Maurito Zarate, patrocinata da un Petkovic che ha preso totalmente in mano lo spogliatoio biancoceleste a suon di ragionamenti logici e risultati eccellenti. Fin qui, nessuna novità. Se non fosse che il Genoa resta interessato ma non pare disposto ad accogliere le pretese economiche dell'argentino che, detto in tutta onestà anche dal proprio entourage, pare anche un po' stufo dell'Italia.

Vengono invece dalla Svizzera le notizie più interessanti che possono riguardare il futuro del fantasista che, dopo un ottimo impatto con la Serie A, si è perso progressivamente per strada litigando a turno con tutti: è infatti stato verificato e certificato l'incontro di inizio settimana in quel di Zurigo tra Igli Tare (sempre più uomo mercato della Lazio) e Daniel Passarella, attuale direttore sportivo del River Plate. Formalmente l'incontro verteva sulle due cessioni che il club di Buenos Aires ha pianificato per questo calciomercato invernale, ovvero il mediano Cirigliano e l'attaccante Funes Mori.

Si tratta di giocatori ai quali effettivamente i capitolini sono interessati, ma più per l'attaccante che per il centrocampista e comunque più per giugno che per gennaio anche se l'appetito, visto il secondo posto, vien mangiando. Ed è da questo duplice discorso che è nata l'idea che potrebbe davvero accontentare tutti: ci si riferisce chiaramente al possibile rientro in patria di Zarate, profilo che comunque avrebbe il suo impatto tecnico e mediatico sul campionato argentino, torneo che progressivamente pare perdere sempre più di interesse anche per il percorso difficile di alcune società, tra cui il River, che paiono soltanto più delle nobili decadute.

La Lazio, così si dice, è pronta ad accontentarsi di 8 milioni di euro. Se dentro ci si mette un'importante prenotazione per il 2013/14 allora la cifra potrebbe ancora scemare e, questa volta, Zarate non direbbe di no. Anzi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail