Oddo e la sua Lazio “fantasma”

La sconfitta al derby deve aver fatto molto male ai biancocielesti. Non tanto alla classifica, discreta considerando il valore tecnico della squadra ed il budget a disposizione di Lotito, quanto al morale: in fondo una stracittadina non è una partita come le altre. Quale assist migliore per lo sfogo personale di un calciatore che stipava

La sconfitta al derby deve aver fatto molto male ai biancocielesti. Non tanto alla classifica, discreta considerando il valore tecnico della squadra ed il budget a disposizione di Lotito, quanto al morale: in fondo una stracittadina non è una partita come le altre. Quale assist migliore per lo sfogo personale di un calciatore che stipava a fatica i suoi malumori, i suoi scetticismi.

Stiamo parlando di Oddo, una delle pedine fondamentali della Lazio di Rossi. Il laterale biancocieleste in ritiro a Coverciano, non si nasconde:

Tra prestiti, contratti in scadenza e comproprietà rischiamo di andar via tutti. Neanche il mister nonostante l’ottimo lavoro è certo di essere riconfermato. Manca una vera programmazione da parte della società. Noi ci abbiamo messo il cuore e la professionalità, ma per lottare ad alti livelli servono giocatori importanti.

Sul suo futuro:

“Non so se a fine stagione resterò alla Lazio. Sarò sempre grato alla società che mi ha dato l’opportunità di giocare ad alti livelli, almeno fino a un paio di stagioni fa. Se arriva un’offerta da una grande squadra, sarà duro rifiutare.”

Alla faccia dei messaggi criptati…