Respinto il ricorso dell'Inter, confermate le squalifiche di Mourinho e Cambiasso, dimezzata quella di Muntari

josé mourinho

Il ricorso presentato dall'Inter in seguito alle pesanti sanzioni dopo la partita contro la Sampdoria non ha avuto l'esito sperato per i nerazzurri. La Corte di Giustizia federale infatti lo ha parzialmente respinto confermando le decisioni del giudice sportivo, soltanto Sulley Muntari può dirsi in parte felice visto che la sua squalifica è stata dimezzata passando così ad una sola giornata dalle due inizialmente comminate. José Mourinho non potrà sedere sulla panchina per tre partite, la sua condotta nel corso della sfida con i doriani è stata punita severamente, troppo per alcuni, e il gesto delle manette, ormai idolatrato dagli interisti, non è risultato particolarmente gradito ai giudici.

Anche Esteban Cambiasso vede confermare la sua sospensione per due giornate. Il giocatore è stato squalificato per aver tentato di colpire un giocatore della Sampdoria, si è appreso poi che si trattava di Gastaldello, nel tunnel che conduce agli spogliatoi a fine primo tempo. La società ligure si era premurata di far recapitare una testimonianza con la quale precisava che nessun suo tesserato aveva subito alcunché dall'argentino interista. Evidentemente la Corte di Giustizia ha preferito confermare quanto riportato dai collaboratori federali presenti a bordo campo e nel sottopassaggio, d'altra parte sconfessarli sarebbe stato piuttosto imbarazzante.

Le Foto dell'espulsione di Samuel e Cordoba e delle manette di Mourinho
Le Foto dell'espulsione di Samuel e Cordoba  e delle manette di Mourinho
Le Foto dell'espulsione di Samuel e Cordoba  e delle manette di Mourinho
Le Foto dell'espulsione di Samuel e Cordoba  e delle manette di Mourinho
Le Foto dell'espulsione di Samuel e Cordoba  e delle manette di Mourinho

Le Foto di Inter - Sampdoria 0-0
Le Foto di Inter - Sampdoria 0-0
Le Foto di Inter - Sampdoria 0-0
Le Foto di Inter - Sampdoria 0-0
Le Foto di Inter - Sampdoria 0-0


In tutta risposta l'Inter decide che in questo momento è meglio tacere per non alimentare la tensione. La società di Via Durini non terrà quindi la tradizionale conferenza stampa del sabato, la decisione è stata presa direttamente dal presidente Massimo Moratti. Il patron nerazzurro dopo le roventi polemiche seguite alla performance del suo allenatore ha ritenuto più saggio permettere alla squadra di preparare con tranquillità la trasferta in Friuli per la sfida di domenica pomeriggio contro l'Udinese.

  • shares
  • Mail
41 commenti Aggiorna
Ordina: