Nesta in nazionale? Lippi: “Ha detto no”

Alessandro Nesta non tornerà a giocare per la Nazionale Italiana. Il centrale difensivo del Milan, in questa stagione nuovamente sui suoi livelli di eccellenza dopo i mille problemi fisici che lo hanno tenuto lontano dai campi per un lunghissimo periodo, non pare intenzionato a tornare sulla sua decisione di rinunciare all’azzurro dopo il nuovo avvicinamento

di


Alessandro Nesta non tornerà a giocare per la Nazionale Italiana. Il centrale difensivo del Milan, in questa stagione nuovamente sui suoi livelli di eccellenza dopo i mille problemi fisici che lo hanno tenuto lontano dai campi per un lunghissimo periodo, non pare intenzionato a tornare sulla sua decisione di rinunciare all’azzurro dopo il nuovo avvicinamento fatto registrare nelle ultime settimane.

A rivelarlo è stato lo stesso Commissario Tecnico Marcello Lippi durante la conferenza stampa nella quale sono state presentate le nuove divise dell’Italia per i Mondiali in Sud Africa: “Mi ha detto, credo in maniera definitiva, che non se la sente. Mi dispiace, volevo dare una scossa, ma rispetto la sua decisione“.

Lippi ha quindi confermato la sua intenzione di puntare nuovamente su Nesta e nel parlare di possibilità sfumata lascia comunque aperto uno spiraglio per il Mondiale. In quella sede, quando il ct dovrà comunicare i 23 convocati definitivi, le pressioni su Lippi saranno sicuramente di più e più intense. Svanito il fantasma di Cassano, che non piace nemmeno più al suo allenatore Delneri, ci sarà da considerare la possibilità di convocare l’under 21 Mario Balotelli soprattutto tenendo conto delle difficoltà nel comporre una lista con un buon numero di attaccanti.

Le immagini delle nuove maglie dell’Italia
Le immagini delle nuove maglie dell'Italia
Le immagini delle nuove maglie dell'Italia
Le immagini delle nuove maglie dell'Italia
Le immagini delle nuove maglie dell'Italia
Le immagini delle nuove maglie dell'Italia


Proprio a questo proposito Lippi è tornato a parlare di Amauri, il brasiliano della Juventus, dopo la chiusura di qualche settimana fa che riceverà il suo passaporto italiano il 3 marzo.

Di Amauri ne parlerò tra qualche giorno, perchè diventerà italiano solo allora. Solo quando sarà italiano, verrà tenuto sotto osservazione come tutti gli altri italiani. Mi riferisco a Toni, Gilardino e Rossi.

Ultime notizie su Campionati Mondiali

Tutto su Campionati Mondiali →