Moggi contro tutti : “Ritornerò!”

Luciano Moggi torna protagonista nella conferenza stampa tenutasi a Torino all’indomani della sentenza d’appello. Il Lucianone vittima in lacrime, agnello sacrificale che avevamo potuto ammirare negli studi di Ballarò non esiste più. L’ex direttore sportivo attacca tutti coloro che hanno tentato con ogni mezzo, in parte riuscendoci, di rompere il giocattolo Juventus non escludendo un



Luciano Moggi torna protagonista nella conferenza stampa tenutasi a Torino all’indomani della sentenza d’appello. Il Lucianone vittima in lacrime, agnello sacrificale che avevamo potuto ammirare negli studi di Ballarò non esiste più.

L’ex direttore sportivo attacca tutti coloro che hanno tentato con ogni mezzo, in parte riuscendoci, di rompere il giocattolo Juventus non escludendo un eventuale ritorno al calcio una volta trascorso il periodo di inibizione:

“Mi fa piacere che la gente mi dica che è con me e che capisce cosa mi stanno facendo. La verità, però, prima o poi verrà a galla. L’assoluzione di Carraro? Lasciamo perdere è meglio. La Juve non ha nulla da farsi perdonare perchè si è comportata in modo giusto e così i suoi dirigenti. Tutto quello che è stato detto e fatto sarà smontato, mi auguro che tutto questo alla fine non abbia il finale di oggi. E’ giusto che la Juve ricorra io lo farò fino all’estremo limite”.

“Io a capo di un sistema? Ho l’impressione che l’unico sistema fosse quello che voleva fregare noi e la Juventus. Chi ci guadagnava? Non il calcio. Mi è piaciuto Diego Della Valle che ha detto tutto quello che pensa su di loro. Magari una piccola tirata d’orecchie la farei al presidente del Coni che ha nominato Rossi, ex legale ed ex dirigente dell’Inter, come commissario. E’ ancora da vedere se riusciranno a togliermi dal mondo del calcio“.

I Video di Calcioblog