Lippi ironico su Cassano e Balotelli liquida entrambi

Marcello Lippi è decisamente un ct fortunato in questo periodo: i tormentoni legati ad Antonio Cassano e Mario Balotelli tendono a “risolversi” da soli. Il primo non gioca nella Sampdoria, tante giornate di tribuna, poi la panchina e solo negli ultimi due turni ha avuto la possibilità di farsi vedere in campo (senza risultati eclatanti).

di


Marcello Lippi è decisamente un ct fortunato in questo periodo: i tormentoni legati ad Antonio Cassano e Mario Balotelli tendono a “risolversi” da soli. Il primo non gioca nella Sampdoria, tante giornate di tribuna, poi la panchina e solo negli ultimi due turni ha avuto la possibilità di farsi vedere in campo (senza risultati eclatanti). Il secondo sta vivendo uno dei momenti peggiori del suo rapporto con Mourinho e con l’Inter. Escluso a Catania, ha ingaggiato proprio l’agente che più può creargli problemi, quel Mino Raiola che rappresenta anche Zlatan Ibrahimovic.

Poi l’incredibile siparietto di ieri ad Appiano Gentile quando, secondo le ricostruzioni, si sarebbe presentato al ritiro nerazzurro “fischiettando” l’inno del Milan e scherzando con un “vi abbiamo quasi ripreso” che ha mandato su tutte le furie l’allenatore portoghese, poco avvezzo a sopportare battute del genere in questo momento.

Così Lippi può liquidare entrambi senza difficoltà:

Cassano chi? Chi è Cassano, mi sfugge…. Comunque la sua domanda è un po’ datata. Fino al 18 maggio io guardo tutti, non ho mai detto che Tizio o Caio è sicuramente fuori. Lo dite voi perché questo vi fa comodo. Balotelli è un ragazzo che ha grandi doti. Sono sicuro che quando sarà completato il suo percorso di maturazione, che l’Inter sta portando avanti così bene, sarà un giocatore di livello assoluto. Per adesso mi pare di vedere che anche nel club nerazzurro non è titolare fisso…

Fosse sempre così semplice…Lippi ci metterebbe la firma.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Campionati Mondiali

Tutto su Campionati Mondiali →