Caos Juve – Elkann: “Manca grinta” e gli Ultras annunciano sciopero del tifo

A Napoli un’altra sconfitta stagionale, l’obiettivo del quarto posto che si allontana sempre di più, non fosse tanto per una distanza in classifica incolmabile quanto per l’inconsistenza assoluta mostrata ancora una volta dai bianconeri. Quante volte questa Juventus ha dato l’impressione, sul campo, di essere superiore al diretto avversario? Si contano sulle dita di una

di


A Napoli un’altra sconfitta stagionale, l’obiettivo del quarto posto che si allontana sempre di più, non fosse tanto per una distanza in classifica incolmabile quanto per l’inconsistenza assoluta mostrata ancora una volta dai bianconeri. Quante volte questa Juventus ha dato l’impressione, sul campo, di essere superiore al diretto avversario? Si contano sulle dita di una mano, certamente mai nell’ultimo periodo. Siena, Fulham, Sampdoria, Napoli: quattro partite, 5 gol fatti, 11 subiti. Un pareggio e tre sconfitte, ma non solo: tutti hanno mostrato di poter tenere testa a questa Juve e di poterla domare facilmente.

Ora, giustamente, fa paura anche l’Atalanta di Bortolo Mutti, a caccia disperata di punti dopo le due vittorie interne con Livorno e Cagliari che le hanno dato improvvisamente nuovo fiato per la lotta salvezza. Anche John Elkann si è sbilanciato: “Sono arrabbiato e deluso. Manca di grinta a tutti i livelli“. Per “tutti i livelli” si intende anche nella società, plasmata proprio da Elkann. La prossima estate, soprattutto senza la qualificazione ai preliminari di Champions, potrebbe (e forse dovrebbe) essere un momento di svolta e di cambiamento ancor più netto di quella del 2006 post-calciopoli.

C’è bisogno di un nuovo allenatore, di un nuovo progetto, di tanti cambi all’interno della rosa logorata dagli anni, dalla mancanza di risultati, da rapporti interni tesi e dalla rottura totale con la tifoseria organizzata che domenica ha già annunciato uno sciopero del tifo. Per ora è il gruppo, a dire la verità minoritario, dei Viking ad aver comunicato questa intenzione: quel che è certo è che all’Olimpico di Torino domani ancora una volta ci sarà un clima molto pesante.
Nulla di positivo all’orizzonte.

I Video di Calcioblog