L'ombra di Al-Qaeda sui prossimi mondiali: minacciata anche la Nazionale italiana


Ieri sera sul secondo numero della ' Mushtaqqat al-Janna ', rivista on-line della cellula maghrebina di Al-Qaeda, è apparso un articolo firmato dall'islamista algerino Muhammad al-Salafi che minaccia di colpire sei Nazionali di calcio ai prossimi mondiali sudafricani. Le parole scritte da al-Salafi sono inquietanti e giustificate dalla voglia di punire delle nazioni che sono tutte coinvolte nella guerra crociata contro l'Islam. "Che sorpresa sarà quando in un incontro tra Stati Uniti e Inghilterra trasmesso in diretta si sentirà in uno stadio pieno di spettatori il rumore di un'esplosione e ci saranno decine o centinaia di cadaveri" si legge nel delirante articolo.

La partita in questione è fissata per sabato 12 giugno a Rustenburg, ma a parte statunitensi e inglesi, il sedicente "terrorista" precisa che ce ne sarà anche per altri: "I nostri uomini seguiranno in particolare le partite del gruppo C, dove giocano Stati Uniti e Inghilterra, ma anche le altre saranno prese di mira, e in particolare il girone A dove gioca la Francia, il girone D della Germania e quello F con l'Italia. Tutti questi paesi partecipano alla guerra crociata contro l'Islam". E' ovvio come una competizione del genere, seguita da persone in ogni angolo del mondo, rappresenti una ghiotta occasione per questi fanatici, che di fatti sottolineano proprio l'esclusività dell'evento.

"Si avvicinano i campionati mondiali di calcio e fervono i preparativi per ospitare le nazionali e tra loro ci sono anche quelle dei paesi che stanno conducendo una campagna crociata contro l'Islam. Per Al-Qaeda è una grossa occasione a livello mediatico perché i campionati sono seguiti dai telespettatori di tutto il mondo e trasmessi da decine di emittenti. In un solo momento tutto il mondo potrà venire a conoscenza delle sofferenze dei bambini musulmani e delle nostre donne attraverso i nostri attentati" ha scritto ancora al-Salafi, scatenando comunque più di una preoccupazione. E forse è stato proprio questo l'obiettivo del suo articolo, instillare un clima di paura, anche se pare evidente che bisognerà tenere gli occhi davvero ben aperti.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: