Juventus - Benitez: dieci giorni per decidere

rafa benitez

Dieci giorni di tempo per decidere, secondo il Times questo è l'ultimatum dato dalla Juventus a Rafa Benitez, attuale allenatore del Liverpool. Il corteggiamento dei bianconeri nei suoi confronti è iniziato molti mesi fa, quando sulla panchina sedeva ancora Ciro Ferrara. In questi giorni però si è fatto più serrato tanto che il presidente Jean Claude Blanc ha incontrato a Milano l'agente del tecnico spagnolo Manuel Garcia Quilon, al meeting ha partecipato anche Carlo Sant'Albano, uomo di fiducia di John Elkann nonché membro del cda juventino.

Rafa Benitez è ancora legato al Liverpool da quattro anni di contratto, la Juventus però vuole provare a sfruttare il malcontento del tecnico per convincerlo a sposare il progetto bianconero. Ad Anfield Road c'era aria di smobilitazione, i due proprietari americani vogliono vendere ed è quasi sicuro che non metteranno a disposizione grandi cifre per la campagna acquisti della prossima stagione. Come se non bastasse i Reds rischiano di non riuscire a classificarsi tra le prime quattro perdendo così anche la possibilità di disputare la prossima Champions League, un vero e proprio naufragio al quale Benitez vorrebbe provare a scampare.

La Juve dovrebbe essere in grado di mettere sul piatto un'offerta succulenta, si parla di un quadriennale da quattro milioni a stagione più un buon budget per la prossima campagna acquisti, soltanto con cifre così importanti lo spagnolo potrà convincersi a rescindere il suo ricchissimo contratto con il Liverpool. Il problema principale però è un altro e si chiama Real Madrid. Secondo un sondaggio effettuato da Marca il 40% degli oltre 100.000 votanti hanno scelto Benitez come successore di Pellegrini sulla panchina dei Blancos, un soffio dietro si è piazzato Mourinho.

La tentazione madrilena è forte per uno come Benitez che proprio lì ha giocato da calciatore ed è cresciuto come allenatore, partendo dalle giovanili fino a diventare allenatore in seconda della prima squadra. Al cuor non si comanda, per questo la Juve ha provato ad anticipare i tempi sperando di riuscire a convincerlo prima che le sirene spagnole si facciano troppo suadenti. Se dovesse fallire questa operazione allora i nomi su cui si concentrerebbe la dirigenza juventina sono due: Dunga, attuale commissario tecnico del Brasile, o Massimiliano Allegri, esonerato proprio oggi a sorpresa dal Cagliari.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: