La nube vulcanica colpisce anche l'aeroporto di Barcellona: trasferta dei blaugrana a Milano in pullman


Niente aeroplano per il Barcellona, la semifinale di andata della Champions League non inizia nel migliore dei modi per la squadra di Pep Guardiola che dovrà raggiungere Milano in pullman. Ad attenderlo una Inter che invece non gioca da due giorni e che si sta allenando sotto il sole clemente meneghino; insomma, un bel vantaggio per la squadra di Mourinho. Anche perché per i catalani sarebbe stato il tempo di riposare i muscoli dopo lo 0-0 intenso di ieri sera nel derby in casa dell'Espanyol; non un buon metodo quello di spararsi diverse ore in un pullman, con sosta intermedia e pernottamento in quel di Nizza.

D'altra parte la Uefa ha detto "no" al rinvio della gara e, sfortuna aggiuntiva, è in corso uno sciopero delle ferrovie nazionali francesi. L'aeroporto di Barcellona è stato momentaneamente chiuso proprio questa mattina e allora, che fare se non partire questo pomeriggio a più di 48 ore dalla partita? Tutti in carrozza alle 15 e via, il lungo viaggio non proprio defaticante, attraverso il midì: "La Uefa ci ha detto che non ha intenzione di rinviare la partita e allora non ci resta altro da fare che partire domani (oggi, ndr). Sono preoccupato, non è esattamente il riposo ideale dopo una gara intensa come il derby ma non abbiamo scelta" il commento dell'allenatore Guardiola.

Che poi ha aggiunto: "E poi se dovessimo andare in pullman penso a tutte quelle squadre di terza o quarta serie che ogni due settimane si fanno viaggi lunghissimi per andare a giocare…" chiosando con un netto "nube o no arriveremo a Milano". Situazione atipica, dunque, che in qualche modo riguarderà anche il Lione che mercoledì dovrà invece far visita al Bayern Monaco; ma in quel caso la tratta, comunque non trascurabile, sarebbe minore. La sfida tra Inter e Barcellona è dunque già cominciata, in vantaggio i nerazzurri.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: