Coppa Italia, Gianni Alemanno vuole spostare la data della finale

La possibile finale di Coppa Italia, Roma - Lazio, da giocare allo Stadio Olimpico, ormai teatro dell'ultimo atto della coppa nazionale da molti anni, ha messo in fibrillazione sia i tifosi giallorossi che quelli biancocelesti, desiderosi di vivere un nuovo capitolo della loro eterna rivalità: la Lazio ha già conquistato la finale mentre la Roma deve superare l'ostacolo Inter allo Stadio S. Siro nel match di ritorno che si giocherà ad aprile.

Il destino, però, ha voluto che il 26 maggio, giorno scelto per la possibile finale di Coppa Italia tutta romana, sia anche giornata di elezioni amministrative nella capitale. Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, appoggiando un'iniziativa di Alessandro Cochi, delegato alle politiche sportive di Roma Capitale, ha affermato che la finale di Coppa Italia e le elezioni comporterebbe una serie di difficoltà legate all'impiego delle forze dell'ordine. Queste sono alcune dichiarazioni del sindaco di Roma:

Condivido le perplessità avanzate dal delegato allo Sport, Alessandro Cochi: occorre ripensare la data per la finale di Coppa Italia, in programma allo Stadio Olimpico nel giorno delle elezioni. Per questo intendo mettermi in contatto con il presidente della Lega Calcio per avanzare una richiesta in tal senso.

Questa, invece, è la motivazione fornita da Cochi:

Come stabilito dal Viminale, le elezioni amministrative si svolgeranno il 26 e il 27 maggio. Nella giornata di apertura delle consultazioni elettorali è anche in calendario la finale di Coppa Italia. Due appuntamenti che hanno inevitabilmente bisogno dell’impegno delle forze dell’ordine. Queste ultime, e in modo particolare il Corpo della Polizia municipale, presterà servizio presso i seggi elettorali allestiti nei municipi della Capitale, al fine di garantire il regolare ed ordinato svolgimento delle operazioni di voto. Alla luce di questo, rivolgo un invito alla Lega calcio affinché valuti questa situazione e prenda in esame l'ipotesi di spostare la data del match, magari anticipandola, poiché qualora dovesse trasformarsi in un derby avrebbe bisogno, per garantire l’ordine pubblico e la sicurezza, di un numero consistente di uomini al fine di presidiare, nel miglior modo possibile, un evento di così estrema delicatezza.
In merito alla questione mi confronterò con il sindaco Alemanno affinché venga convocato un tavolo tecnico con la Questura e la Prefettura per valutare quanto sarà stabilito dall'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive.

Quindi, l'unico problema sarebbe l'utilizzo delle forze dell'ordine, nessun riferimento al forte rischio astensione, comunque da non sottovalutare.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail