Massimiliano Saccani si è dimesso dall'AIA

massimiliano saccani

Si conclude bruscamente la carriera da arbitro di Massimiliano Saccani, l'arbitro mantovano si è fatto da parte non solo lasciando il suo ruolo tecnico, e cioè quello di direttore di gara, ma anche abbandonando l'intera associazione dei fischietti, l'AIA. Alla base di questa decisione ci sono i pessimi rapporti maturati in questi mesi con Pierluigi Collina prima, e con Marcello Nicchi in seguito. Saccani ha capito di essere ormai fuori dalle considerazioni del designatore quando si è visto negare la proroga per poter continuare ad arbitrare per un'altra stagione, tale proroga gli era stata concessa l'anno scorso, all'età di 42 anni e mezzo avrebbe dunque concluso la sua carriera a fine stagione.

Ma lo strappo decisivo è stato quello con il presidente Nicchi che lo ha escluso anche dai quadri dirigenziali dell'associazione, trattamento molto diverso da quello ricevuto da tanti suoi predecessori che dal campo sono passati alla scrivania in maniera diretta, pensiamo a gente come Ayroldi, Farina e molti altri, basta scorrere l'organigramma dell'AIA per constatare quanti nomi noti siano presenti. D'altra parte che l'ingegnere di Mantova non fosse tenuto in grossa considerazione era chiaro da tempo, nonostante la sua grande esperienza non è mai stato inserito tra gli internazionali, eppure era stato eletto miglior arbitro insieme a Morganti, un altro che non è mai uscito dall'Italia, al termine della stagione 2008/2009.

Quest'anno gli è stato affidato un solo match importante, la sfida del girone d'andata tra Juventus e Inter, l'ultima volta che è sceso in campo è stato invece lo scorso 28 marzo per dirigere Livorno - Bari. Ha esordito nella massima serie nel febbraio del 2000 dirigendo un Reggina - Bologna, in totale ha collezionato 133 direzioni in Serie A e 105 in Serie B. Arbitro di molti incontri di prima classe, può vantare al suo attivo due finali di Supercoppa Italiana e una finale d'andata di Coppa Italia, tutti e tre gli incontri hanno visto di fronte Inter e Roma. Collina perde così un arbitro esperto per questa volata finale, con tutte le partite difficili che ci sono in programma un Saccani forse avrebbe fatto davvero comodo.

  • shares
  • Mail