Liverpool, stagione finita per Torres e Mondiali a rischio


No, non è proprio un bel periodo per il Niño, all'anagrafe Fernando Torres: l'attaccante spagnolo del Liverpool aggiunge ai malumori per l'andamento singhiozzante della sua squadra e per il nebuloso futuro finanziario dei Reds, una condizione fisica a dir poco tribolante. Unico imputato: il ginocchio destro. Ieri mattina il puntero iberico ha fatto le valigie e si è sparato qualche centinaio di chilometri tra auto e treno (per via del blackout del traffico aereo), dal Merseyside alla Catalogna, sperando che il consulto col Professor Ramon Cugat non desse esiti negativi. Motivo della visita, ancora quel doloraccio al ginocchio destro.

Pulizia cartilaginea nel gennaio scorso, quattro settimane di stop dopo l'intervento, ma ancora fastidio. Va bene, qualche gol qua e là, ma convivere col dolore non è mai bello, non nell'anno dei Mondiali dove la sua Spagna è anche tra le favorite. Il riposo non è stato d'aiuto, nuovo consulto, nuova mazzata: il chirurgo Cugat ieri ha deciso di sottoporlo seduta stante a un nuovo intervento di pulizia articolare: "Fernando ha visto uno specialista in Spagna e si è così deciso di sottoporlo ad operazione chirurgica per riparare il danno alla cartilagine del ginocchio destro" recita lo scarno comunicato apparso ieri, quasi come un fulmine a ciel sereno, sul sito ufficiale dei Reds. Niente, la sua stagione è finita. Tra riabilitazione e tutto il resto ci vorranno sei settimane.

Nessun ritorno al Vicente Calderon con i suoi compagni che giocheranno dunque senza il suo apporto le semifinali di Europa League contro l'Atletico Madrid, ex squadra di Torres. E Benitez non potrà contare su di lui per il delicatissimo finale di stagione (stasera monday night contro il West Ham) per raggiungere un insperato ma ancora non abbandonato del tutto quarto posto. Messa una croce su questa stagione in Terra d'Albione, è però il fatto che anche i Mondiali sono a rischio a non far dormire sonni tranquilli al Niño: la Spagna esordirà contro la Svizzera il 16 giugno, ma quindici giorni prima Del Bosque vorrà tutti al top. Cioè esattamente tra sei settimane: sarà davvero in forma Fernando Torres?

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: