Ibrahimovic impietoso: "Se fossi stato al posto di Balotelli avrei steso Materazzi"


Finisce la partita tra Inter e Barcellona e si scatenano i giornalisti: domande ai protagonisti, con riflettori puntati su marcatori, allenatori e il polemico Mario Balotelli. Ma tra gli altri, oltre alla pulce un po' spuntata Messi, indubbiamente molta attenzione era rivolta a Zlatan Ibrahimovic che, diciamolo, non ha giocato un gran gara: volenteroso, a volte anche pericoloso nelle intenzioni, spesso però girovago e ingabbiato, alla fine sostituito senza lasciare molte tracce di sé. "Io ho sempre detto che l'Inter è forte e in una semifinale può succedere di tutto, con il pubblico che ti spinge. Però ho tanta fiducia per il ritorno: faremo di tutto per vincere. La mia partita? Non voglio dire che ero infortunato, ma per me era una partita difficile, con loro che stavano tutti dietro. Non abbiamo giocato come facciamo normalmente, ci siamo riusciti solo negli ultimi minuti. Io ho fatto poco, non sono stato pericoloso, ma ripeto che c'è la seconda partita e lì spero di risultare più pericoloso".

E' un Ibra che non ha per niente nostalgia dell'Inter e dell'Italia, anzi, non vede l'ora di integrarsi al meglio nei meccanismi blaugrana: "Mi devo adattare al gioco del Barça. Non sono abituato, ma ho pazienza perché devo imparare come si gioca in questa maniera. Ma se entro io in questo sistema sarà tutto più facile". Ovvia la domanda alla svedese inerente all'ex compagno di squadra Mario Balotelli, reo di esser stato troppo irriverente nei confronti del suo pubblico (maglia gettata in terra e parole impronunciabili), con indignazione in primis di Marco Materazzi che, pare, abbia aggredito Supermario nel tunnel. Che ne pensa Zlatan? "Materazzi ha attaccato Mario nel tunnel, non ho mai visto una cosa del genere in tutta la mia carriera. Avrebbe dovuto lasciarlo stare e tornare in campo a fare festa. Se avesse attaccato me così, in due secondi lo avrei messo giù". Ci va pesante il grande ex di questa sera, che sbuffa fumo dal naso in attesa del ritorno: chissà, lui forse come Balotelli, non ha mai amato l'Inter. E spera di buttarla fuori fra 8 giorni.

Balotelli litiga con i tifosi interisti
La follia di Mario Balotelli
La follia di Mario Balotelli
La follia di Mario Balotelli
La follia di Mario Balotelli



  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: