Calciopoli 2: Palazzi acquisisce le nuove prove, scatta ufficalmente l'inchiesta della FIGC


Ufficiale la riapertura delle indagini relative allo scandalo Calciopoli, da parte del procuratore della Federcalcio, Stefano Palazzi. Un comunicato rilasciato poche ore fa dalla FIGC recita infatti a questo proposito:

In merito al processo in corso a Napoli, la Procura federale chiederà fin da ora di poter acquisire tutto il materiale probatorio prodotto dalle parti, oggetto di perizia che potrà essere disposta dal Tribunale. Nelle prossime ore, il procuratore Stefano Palazzi invierà formalmente una richiesta in tal senso al Presidente della nona sezione penale del Tribunale di Napoli Teresa Casoria, avviando così l’indagine con riferimento al nuovo filone di intercettazioni.



Tutto il materiale probatorio sarà ora messo a disposizione di una task force creata dalla Federazione e guidata dallo stesso Palazzi, che a partire dal mese di luglio dovrebbe dare il via a nuove audizioni con protagonisti Moratti, Pradè, Cellino, Campedelli, Spinelli, Spalletti, l' arbitro Ayroldi e tutti i tesserati coinvolti a vario titolo nelle nuove intercettazioni rese note al processo di Napoli dai legali di Luciano Moggi.

Considerato che le presunte irregolarità commesse (violazioni della norma etica come da art.1) sono cadute, per la giustizia sportiva, in prescrizione, questo nuovo procedimento si chiuderà comunque quasi sicuramente con un nulla di fatto. Sembra però restare aperta la possibilità di una revoca dello scudetto 2006 assegnato a tavolino all'Inter in virtù dell'asserita completa estraneità dei nerazzurri da fatti "poco limpidi", decisione che il presidente Abete gradirebbe rivedere alla luce dei nuovi elementi disponibili.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: