Barcellona - Inter: catalani ottimisti, forse troppo...


La partita dell'anno è Barcellona - Inter, ritorno della semifinale di Champions League. La stampa, i tifosi e i giocatori catalani (fa eccezione solo Guardiola con il suo stile british) hanno avviato da giorni il tormentone: la parola d'ordine è "remontada". L'impressione è che l'ambiente Barca, più che sottovalutare l'impegno, stia sopravvalutando le possibilità di mettere sotto scacco l'Inter. Per carità, come ha ricordato Mourinho, "non è un problema per la squadra più forte del mondo rimontare un 3 a 1" soprattutto avendo a disposizione la gara al Camp Nou.

C'è un "ma". L'ultima volta che i blaugrana avevano messo in piedi una cagnara del genere prima di affrontare un'italiana presero quattro gol in finale dal Milan ad Atene. Ricordando la partita di San Siro quello che dovrebbe spaventare di più i catalani sono proprio i limiti nella gestione tattica contro un avversario come i nerazzuri, preparati nei minimi dettagli dallo Special One.

Non bisogna dimenticare che la scorsa settimana, dopo il vantaggio firmato da Pedro, l'Inter ha segnato tre gol con relativa facilità sfruttando l'atteggiamento sconsiderato del Barcellona che è mai riuscito ad addormentare la partita e mai è sembrato in grado di produrre giocate realmente efficaci riuscendo contemporaneamente a difendersi dal contropiede interista. Se sul primo aspetto è presumibile che il Barcellona possa cambiare marcia, sfruttando il campo più largo e probabilmente una vena migliore di Messi (impalpabile nella gara d'andata), restano dei dubbi sulla capacità di non esporsi alle fughe letali di Eto'o, Sneijder e Milito.

Le Foto della maglietta della remontada

Le Foto della maglietta della remontada
Le Foto della maglietta della remontada
Le Foto della maglietta della remontada
Le Foto della maglietta della remontada

Inter - Barcellona 3-1: Le foto

Inter - Barcellona 3-1: Le foto
Inter - Barcellona 3-1: Le foto
Inter - Barcellona 3-1: Le foto
Inter - Barcellona 3-1: Le foto


Il risultato di 3 a 1 non è facile da ribaltare quando gli avversari hanno mostrato di saperti perforare e ancora di più quando sai di dover fare a meno del tuo miglior difensore, il capitano Puyol spedito in tribuna dalla squalifica.

Siamo troppo ottimisti? Lo scopriremo solo stasera, in questa che appare agli occhi di tutti una finale anticipata.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: