Andrea Agnelli nuovo Presidente della Juventus, domani l'annuncio


Secondo forti ed insistenti voci domani Andrea Agnelli verrà cooptato come prossimo Presidente della Juventus nell'Assemblea di Exor, società che detiene il pacchetto di maggioranza della Juve, per ricevere la nomina nel Cda della squadra bianconera previsto per il 10 maggio prossimo. Si va profilando dunque un sostanziale defilamento degli Elkann, come la "piazza" da diverso tempo auspica, per avere nuovamente un Agnelli alla presidenza della società. Ad annunciarlo dovrebbe essere proprio John Elkann in persona e a quel punto Andrea potrà ricoprire la carica che fu di suo padre Umberto la bellezza di 48 anni fa.

Si tratterà di un vero e proprio passaggio di consegne tra i due rami della famiglia Agnelli che andrà a modificare profondamente anche l'organigramma societario. Con Andrea presidente Blanc tornerebbe a ricoprire "solamente" la carica di amministratore delegato mentre il ruolo di direttore generale potrebbe essere affidato a Roberto Bettega, attualmente vice di Blanc, oppure a Beppe Marotta della Sampdoria sebbene quest'ultimo proprio in questi giorni abbia smentito qualsiasi tipo di contatto sia con la società che con la proprietà della Juve. Andrea Agnelli è sempre stato molto legato ai colori bianconeri ed era molto vicino alla Triade composta da Moggi, Giraudo e Bettega.

Non è un segreto che fu proprio Luciano Moggi circa due mesi fa a dire che avrebbe preso in considerazione l'idea di tornare alla Juventus qualora questa fosse stata affidata ad Andrea Agnelli: «Dovrebbe subentrare Andrea Agnelli, che probabilmente è l'unico che capisce di calcio in questa proprietà. Dovrebbe prendere la Juventus e a quel punto lì potremmo ragionare sul mio rientro. Ma è una cosa che credo non avvenga assolutamente e mi dispiace perché Andrea Agnelli sarebbe stato l'uomo ideale. Ha seguito il calcio per una vita col papà e con noi (triade, ndr), quindi conosce vita, morte e miracoli di come si opera nel calcio e di come si gestisce una società. Purtroppo è stato messo a margine. Noi abbiamo cercato di portarlo anche nel consiglio di amministrazione ma non ci siamo riusciti».

Adesso quello che Moggi pensava impossibile sta per verificarsi e la sua squalifica terminerà ad inizio 2011; Che si stia profilando un clamoroso ritorno?

Staremo a vedere.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: