Italia, Marchisio è carico e ricorda come è iniziata: “Grazie Calciopoli”

Dei 23 convocati da Marcello Lippi per la spedizione azzurra in terra sudafricana ci saranno solo nove atleti a difendere il titolo di campioni del mondo; gli altri 14 in Germania non c’erano segno che in quattro anni qualcosina in Italia è cambiata. E non poteva essere altrimenti, non solo perché il tempo passa inesorabile


Dei 23 convocati da Marcello Lippi per la spedizione azzurra in terra sudafricana ci saranno solo nove atleti a difendere il titolo di campioni del mondo; gli altri 14 in Germania non c’erano segno che in quattro anni qualcosina in Italia è cambiata. E non poteva essere altrimenti, non solo perché il tempo passa inesorabile e molti protagonisti dello scorso Mondiale hanno quattro anni in più sul groppone: quel 2006 il terremoto del calcio italico mutò inesorabile alcuni scenari, come sottolineato ieri da Claudio Marchisio. Lui quattro anni fa era un perfetto sconosciuto quando Cannavaro alzò la Coppa del Mondo al cielo di Berlino, ora è un titolare inamovibile della Nazionale: “Io devo ‘ringraziare’ Calciopoli, perché mi ha permesso di essere lanciato in prima squadra da Deschamps, io come altri giocatori della Primavera bianconera. Poi credo di aver saputo sfruttare le mie occasioni, e ora sono qui. Calciopoli ha permesso a tanti ragazzi di parecchie società di giocare da protagonisti. I club hanno imparato a rischiare un po’ di più, scommettendo suoi giovani“.

Difficile dare torto al giovane centrocampista della Juve, che però come lui ha ammesso è stato bravo a cogliere le occasioni: questo grazie alla serietà mista a determinazione, alla duttilità tattica, alle indubbie qualità tecniche e alla stabilità familiare, con una moglie e un figlio in giovanissima età. Ma indubbiamente l’estrema facilità ad adattarsi in molteplici ruoli sul terreno di gioco è stata arma determinante al suo exploit: “Non mi considero una mezzapunta, ma un centrocampista in più, copro gli esterni d’attacco, mi inserisco negli spazi. Quest’anno ho cambiato tanti ruoli nella Juventus. Cerco di adattarmi sempre, come fece Perrotta in passato in Nazionale. Perché a me piace giocare, e non ho paura di bruciarmi interpretando diverse posizioni. Io come Totti o Del Piero? No, perché non somiglio loro per niente, come caratteristiche. Piuttosto sono un incursore. E comunque abbiamo altri giocatori che possono suggerire l’ultimo passaggio, come Pirlo – lui sì che è un 10 per qualità tecnica – De Rossi e Di Natale. Ci sono tanti giocatori duttili, molti ruoli sono interscambiabili. Dove mi vedo nel 4-4-2 di Delneri? In mezzo, poi giocherò dove serve” ammettendo che da piccolo era una punta.

Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio

Ha preso il numero 15 e Lippi si aspetta molto dal mediano torinese. Che però non dimentica la Juve, anche se cerca di non pensarci per questo mese e mezzo: “Noi juventini abbiamo vissuto una stagione fallimentare, qui in Nazionale ritroviamo serenità, per questo sono così tranquillo. Le parole di Delneri e Marotta? Ho letto le loro dichiarazioni, la loro fiducia fa piacere, ma adesso pensiamo al Mondiale. Cos’è andato storto quest’anno? E’ brutto anche solo ripensarci: eravamo partiti bene, poi dopo i primi infortuni non siamo riusciti più a riprenderci. Abbiamo fatto errori gravi, facendoci rimontare da Napoli e Siena, o perdendo in Champions con il Bayern dopo aver battuto l’Inter. Ma non è tutto da buttare via, perché i campioni ci sono“. Come detto però la concentrazione ora è rivolta esclusivamente alla maglia azzurra e Marchisio freme: “Non mi preoccupano i grandi campioni avversari, saranno comunque partite di calcio, e non vedo l’ora di iniziare. Partire con i 3 punti sarebbe fondamentale. Sì che ci penso al debutto mondiale, mi faccio ‘qualche film’ immaginando come potrebbe essere, anche perché mi piace navigare su Internet, informarmi sulla competizione“. E allora in bocca al lupo, Claudio!

Le foto più belle di Claudio Marchisio

Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio
Le foto più belle di Claudio Marchisio