Parla Jimenez: "Basta Ternana, non ce la faccio più"


All'apertura delle buste per risolvere le comproprietà spinose, circa un mese fa Luis Jimenez scoprì di esser stato riscattato dalla Ternana: già, proprio la squadra che dal 2002 lo tiene in qualche modo legato a doppi nodi con la città di Terni, ove giunse dopo l'esperienza in patria nel Palestino. Dopo quattro stagioni con molte luci in Umbria, il cileno ha iniziato a girare per l'Italia e non solo: in prestito a Fiorentina e Lazio, poi l'Inter che se ne accaparrò la metà, quindi West Ham e Parma. Col cartellino ancora in bilico tra nerazzurri e neroverdi, a fine giugno l'amara scoperta: era stata la società di Lega Pro ad offrire di più, battendo i Campioni d'Europa.

Ma come vive questa situazione Jimenez? Si sta allenando col club ternano? Cosa c'è dietro a questa storia? Un'intervista esclusiva a tuttomercatoweb rivela sensazioni e umore del talentuoso trequartista sudamericano: "Sto per andare in ritiro con la Ternana, anche se l'idea era che non andassi neppure in ritiro, almeno così eravamo rimasti all'apertura delle buste. Abbiamo deciso di collaborare e ci siamo detti che l'idea era quella di trovare una squadra prima di iniziare il ritiro. Ho già perso la prima parte del ritiro e ora ovunque andrò sarò comunque in ritardo. Sto andando a fare il ritiro a Terni, spero di incontrare la società con il mio agente per vedere come stanno le cose".

Il giocatore rivela che il rapporto con la dirigenza della Ternana non è malaccio, anche se in fin dei conti sta disattendendo le promesse della prima ora: "Quando ci siamo parlati l'idea era quella di collaborare, stiamo andando troppo avanti e abbiamo bisogno di conoscere le condizioni per trovare una squadra. Il rapporto comunque non è il massimo, anche se stiamo cercando di ricucire, l'idea era quella di trovare una squadra per partire in ritiro, poi non è stata trovata. C'erano Villareal e Parma ma dalla Ternana hanno rifiutato. Io e il mio agente abbiamo bisogno di sapere quali sono le condizioni per poter trovare una squadra".

Ovvio che un po', anzi un bel po', di colpe le abbia anche l'Inter: "L'Inter è libera di offrire quello che vuole. Ci sono rimasto male perché dall'Inter non mi ha chiamato nessuno e perché con la Ternana avevo un contratto di tre anni a un milione l'anno e per un club di C era un ingaggio difficile da gestire. Io non volevo rinnovare, visti i precedenti, ma se non rinnovavo non potevo andare all'Inter, mi era stata data la parola che sarei stato riscattato e per questo ho firmato il rinnovo. Mi avevano garantito il riscatto dell'intero cartellino e invece sono di nuovo alla Ternana...".

E non da ieri: "Nove anni! Sono nove anni che sto a Terni! (sorride,ndr). Di Terni ho solo bei ricordi, sono stato benissimo e ho fatto grandi campionati. E' normale però che tornare in serie C sarebbe difficile dopo essere stato in categorie superiori. Spero di trovare al più presto una nuova sistemazione, mi andrebbe bene anche l'estero. Conosco l'Italia, mi piace il campionato e sarebbe bello restare, ma non ho problemi". E allora in bocca al lupo a papà Luis, di recente divenuto padre di tre gemelli avuti dall'ex starlet di Controcampo, l'esplosiva bionda Maria José Lopez.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: