Kakà operato al menisco, ne avrà per almeno tre mesi

Da un anno a questa parte a Kakà non ne va bene una, soltanto dodici mesi fa lasciava il Milan come uno dei più forti calciatori al mondo, da allora molte ombre e pochissime luci. La sua prima stagione al Real Madrid non è stata molto convincente, non certo all’altezza delle aspettative sue e dei


Da un anno a questa parte a Kakà non ne va bene una, soltanto dodici mesi fa lasciava il Milan come uno dei più forti calciatori al mondo, da allora molte ombre e pochissime luci. La sua prima stagione al Real Madrid non è stata molto convincente, non certo all’altezza delle aspettative sue e dei suoi tifosi, poi è arrivato il mondiale, anche in Sudafrica il talento brasiliano ha faticato a brillare. Con l’arrivo di José Mourinho al Santiago Bernabeu s è addirittura parlato di una sua possibile cessione, il portoghese sembrerebbe poco interessato ad averlo con sé.

Oggi l’ennesimo capitolo negativo di questo strano anno. Kakà aveva problemi al ginocchio sinistro, questo spiegherebbe anche in parte l’opacità delle sue prestazioni, ma lo staff sanitario madridista non è riuscito a fare luce sulle origini e sulla natura di questo infortunio. È arrivata così la decisione di volare in Belgio, ad Anversa, per far visitare il giocatore da uno dei massimi luminari in quanto ad articolazioni, il famigerato Professor Marc Martens. Il brasiliano ha salutato i compagni in partenza per la tournée estiva negli Stati Uniti e in compagni del medico del suo club, Carlos Diez, è volato alla volta della città belga.

Martens ha visitato Kakà per capire cosa non andasse nel suo ginocchio sinistro e non solo il responso è stato negativo, addirittura lo specialista ha sottolineato la necessità di intervenire subito. Detto fatto, il brasiliano si è ritrovato sotto i ferri della clinica AZ Monica dove è stato sottoposto ad un intervento in artroscopia per risolvere il problema, una lesione al menisco con interessamento marginale della cartilagine. Il risultato, come si apprende dal sito del Real Madrid, è che Kakà dovrà stare fermo per tre o quattro mesi, tornando così a disposizione di José Mourinho soltanto alla fine del 2010, un anno che il giocatore non vede l’ora di mettersi alle spalle.