Fiorentina, stasera esame Valencia – Mihajlovic: “Esigo di più”

Dopo il 3-2 del White Hart Lane contro il Tottenham, stasera è di nuovo tempo di amichevole prestigiosa per la nuova Fiorentina targata Sinisa Mihajlovic: i viola saranno infatti di scena al Mestalla per un test impegnativo contro il Valencia, inizio ore 21 e 30. Perso Stevan Jovetic, per lui stagione ampiamente compromessa per un


Dopo il 3-2 del White Hart Lane contro il Tottenham, stasera è di nuovo tempo di amichevole prestigiosa per la nuova Fiorentina targata Sinisa Mihajlovic: i viola saranno infatti di scena al Mestalla per un test impegnativo contro il Valencia, inizio ore 21 e 30. Perso Stevan Jovetic, per lui stagione ampiamente compromessa per un grave infortunio, il tecnico serbo non avrà neanche il suo vice Adem Ljajic, distorsione al ginocchio per il giovane trequartista e almeno due settimane di stop. L’ex allenatore del Catania non si scoraggia, anzi pensa già a soluzioni alternative per supplire a queste mancanze; per esempio il nuovo arrivato Gaetano D’Agostino, playmaker basso a Udine, ma un passato da fantasista: “Lo proverò ancora come trequartista, stiamo lavorando su di lui per quel ruolo. Ha già esperienza e ha capito cosa gli chiediamo“.

Per la sfida contro il Valencia, Mihajlovic è carico: “Contro il Valencia mi aspetto ottanta minuti ad alto livello e una crescita anche sul piano del possesso palla e di giocare bene in fase offensiva. Voglio una difesa con meno disattenzioni e che tutta la squadra lavori bene con la linea arretrata. Di sicuro non perderemo e penso che arriveranno risposte importanti. Ogni giorno dalla squadra voglio qualcosina in più. Spero di avere presto tutti a disposizione e lavorare con il gruppo al completo. In questo periodo è sempre mancato qualcuno per una ragione o un’altra. Dall’inizio del campionato però voglio una squadra che sia in grado di giocare alla pari con tutti“. Ma quando parla dei singoli non lesina bacchettate, senza risparmiare nessuno.

Per esempio sul giovanissimo Babacar: “Oggi è rientrato in gruppo. Vediamo quale sarà il suo atteggiamento mi aspetto una reazione positiva e che stringa i denti per dare tutto e superare anche il dolore all’alluce. Se continua ad allenarsi come ha fatto finora, è inutile che stia qui. Deve capire che si deve impegnare di più e allenarsi anche con un po’ dolore. Si deve aiutare da solo. Lui il vice Gilardino? La società non si fida ciecamente di lui“. Non è tutto, perché asserisce che ancora non ha deciso chi sarà il titolare tra Boruc e Frey, e ancora: “Vedendo la condizione se dovessimo sfidare domani il Napoli sono sicuro che giocheremmo con Donadel e Zanetti a centrocampo. Per esempio Montolivo non giocherebbe. Magari tra 15 giorni è tutto diverso. Ma io sono fatto così“.

E non risparmia neanche Mario Balotelli, giocatore non suo e fresco di passaggio al Manchester City dell’amico Mancini: “Ha detto che in Inghilterra si matura prima? Strano, è lì da due giorni… Poteva maturare anche qui, uno matura quando vuole maturare“. A Firenze Sinisa si farà volere bene. A meno che non inizierà a perdere…

Ultime notizie su Amichevoli

Tutto su Amichevoli →