Il Palace perde in casa senza Davids, olandese presentato ai tifosi

Ieri festa a metà per i tifosi del Crystal Palace: per salutare il debutto casalingo al Selhurst Park, i tifosi del club londinese si sono precipitati in massa nell’impianto cittadino, non solo per assistere all’affascinante match contro l’Ipswich Town, ma anche per vedere dal vivo Edgar Davids. L’indimenticato pitbull olandese, come è noto, ha firmato

Ieri festa a metà per i tifosi del Crystal Palace: per salutare il debutto casalingo al Selhurst Park, i tifosi del club londinese si sono precipitati in massa nell’impianto cittadino, non solo per assistere all’affascinante match contro l’Ipswich Town, ma anche per vedere dal vivo Edgar Davids. L’indimenticato pitbull olandese, come è noto, ha firmato un contratto annuale con i rossoblu e ieri, tra un tempo e l’altro, è sceso sul terreno di gioco per salutare i suoi nuovi supporters, già impazziti per l’ex juventino. Indosserà il numero 20 e, a dispetto delle voci della vigilia, ieri si è dovuto accontentare della tribuna.

Dopo due anni di inattività, il pittoresco centrocampista è ritornato a calcare i campi da gioco: dopo i debutti con l’Ajax, l’esperienza italiana con Milan, Juve e Inter, il Barcellona in Spagna e il Tottenham in Inghilterra, e infine il ritorno coi lancieri di Amsterdam, sembrava che per Davids fosse davvero giunta l’ora di appendere gli scarpini al chiodo. Partecipava a rimpatriate d’esibizione, partite per beneficenza coi vecchi compagni, comparsate in televisione; aveva rifiutato contratti sia col Levski Sofia che con la squadra di MLS di Dallas. Poi a sorpresa ha accettato l’offerta dal Palace, Serie B inglese o meglio League Championship.


A convincerlo della bontà del progetto non tanto la serie in cui il Crystal Palace milita, il contratto firmato o le prospettive del club; come lui stesso ha dichiarato è stato convinto dalla città, Londra, assaporata nella stagione di Hotspurs, e dalla voglia di ritornare a giocare. Intervistato dall’emittente Sky, Davids ha proprio ribadito questo concetto, aggiungendo: “E’ divertente, tutto qui“. Peccato però che bisogni che si impegni sul serio, perché ieri il Palace ha perso in casa contro l’Ipswich e i tifosi, dopo i sorrisi di fine primo tempo, hanno lasciato il Selhurst Park abbastanza delusi. Ci vorrà il vero Davids per dare una mano, seria e concreta, alla squadra.