Premier League: anche il Newcastle ne fa sei, United bloccato dal Fulham

andy carrol

La seconda giornata di Premier League continua a regalare gol e emozioni, dopo i due 6-0 di Arsenal e Chelsea ecco il terzo risultato tennistico, messo a segno dalla neopromossa Newcastle United contro un irriconoscibile Aston Villa. Assoluto protagonista dello schiacciante successo dei Magpies il giovane attaccante Andy Carrol, il bianconero autore di una tripletta. Contemporaneamente il Manchester United di Alex Ferguson si è fatto bloccare sul terreno del Craven Cottage da un Fulham bravo a crederci fino all'ultimo secondo, tutto questo in attesa del "monday night" che vedrà opposti Manchester City e Liverpool.

La giornata sembrava mettersi sul giusto binario per l'Aston Villa che dopo pochi minuti si è vista assegnare un calcio di rigore, John Carew spara però oltre la traversa. Passano soli due minuti e il Newcastle passa grazie ad un destro capolavoro di Barton. Complice una difesa non impeccabile bianconeri passano altre due volte prima di tornare negli spogliatoi, a tabellino vanno i nomi di Nolan e Carrol. I Villans non reagiscono e nella ripresa ne subiscono altri tre, due dallo scatenato Carrol, ventunenne di ottime prospettive, e un altro da Nolan.

Spreca tutto invece il Manchester United, i Red Devils passano dopo 11 minuti grazie al vecchietto Paul Scholes che evidentemente non sembra badare troppo alla carta d'identità. Nella ripresa il Fulham scende in campo agguerritissimo e gioca ad un ritmo forsennato, il pareggio arriva al 57' dal piede di Davies, servito da Zamora. Gli ultimi dieci minuti di partita non sono adatti ai malati di cuore: lo United trova il nuovo vantaggio grazie ad una deviazione sfortunata di Hangeland che devia nella propria porta un angolo di Giggs. Poco dopo Nani sbaglia il rigore del 3-1, intercettato il tentativo di trasformazione del portoghese. Infine proprio Hangeland allo scadere riesce a trafiggere di testa Van Der Sar per il definitivo 2-2.

In attesa del big match tra Manchester City e Liverpool, entrambe appaiate ad un punto dopo i pareggi della prima giornata, il Chelsea, con 12 gol all'attivo e nessuno al passivo è già solo in testa alla classifica. È ancora presto per parlare di fughe o di avversario da battere, ma di sicuro iniziare a perdere terreno così presto non è positivo, le sfidanti sono avvisate, i ragazzi di Carlo Ancelotti sembrano già fare maledettamente sul serio.

  • shares
  • Mail