Marchisio pessimista su Facebook, la Juventus lo bacchetta

Capita che uno dei giocatori più rappresentativi della Juventus, nazionale italiano e capitano del futuro nella mente dei tifosi e forse anche della società approfitti della pausa pranzo per aggiornare il suo profilo Facebook, lasciandosi andare al pessimismo circa la sua situazione contrattuale e subito nasce il caso. Il giocatore in questione è Claudio Marchisio,


Capita che uno dei giocatori più rappresentativi della Juventus, nazionale italiano e capitano del futuro nella mente dei tifosi e forse anche della società approfitti della pausa pranzo per aggiornare il suo profilo Facebook, lasciandosi andare al pessimismo circa la sua situazione contrattuale e subito nasce il caso. Il giocatore in questione è Claudio Marchisio, allevato in bianconero fin da bambino, e le sue parole hanno subito provocato la reazione di Corso Galileo Ferraris che prontamente lo ha bacchettato.

“Lo so che state leggendo di varie proposte per me in questi giorni…anche ieri nessuna novità sul rinnovo; onestamente dopo due mesi inizio a essere pessimista”, questo il pensiero incriminato che subito ha suscitato la reazione di migliaia di navigatori preoccupati da una sua eventuale partenza. Marchisio è attualmente legato alla Juventus da un contratto che scade nel 2014, ha chiesto un ritocco al suo contratto, attratto forse da sirene di mercato che promettono maggiori guadagni e preoccupato dall’arrivo di Alberto Aquilani, uomo che potrebbe mettere in discussione la sua leadership sulla linea mediana del campo.

Con sorprendente solerzia la società bianconera ha risposto alle preoccupazioni del suo giocatore invitandolo alla pazienza e confermando tutta la fiducia che intende riporre in lui in futuro:

“In merito alle dichiarazioni di Claudio Marchisio pubblicate nella propria pagina Facebook e attraverso le quali il calciatore esprime pessimismo sulla propria situazione contrattuale, la Juventus precisa che il contratto di prestazioni sportive di Claudio Marchisio scadrà nel giugno 2014. La società è in costante contatto con il procuratore del calciatore, il dottor Carlo Pallavicino, con il quale in queste ultime settimane si sono svolti alcuni incontri. Claudio Marchisio è un patrimonio sportivo della Juventus che ha pertanto tutto l’interesse a trovare un accordo congruo che rispetti sia le richieste del calciatore sia le esigenze della Juventus”.

Con questo comunicato la società intende spegnere i malumori in maniera decisa e immediata. Malumori non giustificati vista la lunghezza del contratto ancora in corso e considerato anche il particolare periodo dell’anno con tutto lo staff dirigenziale impegnato nella costruzione della nuova squadra. Il sospetto è che, come al solito, dietro questi mugugni ci siano procuratori sempre più affamati di guadagni sulle spalle dei loro assistiti. Ma il calcio ormai sembra andare così, meno di una settimana fa lo stesso Marchisio esprimeva il desiderio di restare in bianconero a vita, oggi già sembra rassegnato a dover cambiare casacca. Forse è il caso che tutti questi professionisti del pallone, una categoria comunque privilegiata, pensasse più al campo e meno al conto in banca.