Fabio Capello sotto attacco, per il Sun è un asino

Le convocazioni diramate da Stuart Pearce in vista dei prossimi impegni della nazionale inglese Under 21 hanno fatto scatenare una vera e propria tempesta su Fabio Capello. L’italiano, pur non avendo ancora scelto gli uomini con i quali affronterà i prossimi due impegni di qualificazione per gli Europei, è stato attaccato duramente dalla stampa inglese,


Le convocazioni diramate da Stuart Pearce in vista dei prossimi impegni della nazionale inglese Under 21 hanno fatto scatenare una vera e propria tempesta su Fabio Capello. L’italiano, pur non avendo ancora scelto gli uomini con i quali affronterà i prossimi due impegni di qualificazione per gli Europei, è stato attaccato duramente dalla stampa inglese, particolarmente duro il tabloid Sun che lo raffigura con due orecchie da asino. Il motivo è presto spiegato: nella lista di Pearce figurano Jack Wilshere dell’Arsenal e Andy Carrol del Newcastle, il che equivale a dire che non sono stati presi in considerazione dal ct di Pieris.

Il primo è un diciottenne di belle speranze, ha esordito in nazionale maggiore contro l’Ungheria nell’ultima amichevole disputata dai Tre Leoni e ha fatto vedere ottime cose anche in occasione delle prime due gare di campionato dei Gunners. L’altro è un attaccante di 21 anni balzato agli onori della cronaca per la tripletta realizzata nell’ultimo turno di campionato contro l’Aston Villa, secondo tifosi e stampa potrebbe essere stata utile la sua presenza per rimpiazzare Jermain Defoe che, dovendosi sottoporre ad una semplice operazione all’inguine, sarà costretto a saltare le sfide contro Bulgaria e Svizzera.

Il ct dell’Under 21 Pearce scende in difesa del suo collega italiano difendendo le sue scelte: “Jack ha avuto una prima convocazione con la Nazionale maggiore e il suo sviluppo è iniziato. Credo che per lui, come per Theo Walcott, avere la possibilità di giocare per entrambe le squadre sia positivo “. Adesso tutti sperano almeno nella chiamata di un altro giovanotto di belle speranze, il difensore dell’Arsenal Kieran Gibbs, classe 1989, se non altro perché non compare tra i convocati dell’Under 21.

Sono dunque tempi duri per Don Fabio che ormai subisce attacchi mediatici un giorno sì e l’altro pure, soltanto due giorni fa riceveva una strigliata dalla Federazione che gli chiedeva di arricchire il suo vocabolario. Adesso si becca le critiche della stampa per delle convocazioni che ancora non ha diramato. Se non riuscirà a convincere in breve tempo tutti i suoi detrattori la sua era in Inghilterra potrebbe concludersi molto presto, pensare che soltanto qualche mese fa, quando ancora i mondiali non erano iniziati, tutti era pronti a giurare che fosse l’uomo giusto per riportare il titolo di campioni del mondo a casa, nel paese che ha inventato il calcio.