Ibra al Milan: Galliani a Barcellona, segnali distensivi


Ibrahimovic al Milan si può fare. Dopo il primo giorno di incontri, serratissimi, fra Adriano Galliani, Mino Raiola e il presidente del Barcellona Sandro Rosell, le parti sembrano vicine, almeno a parole. C'è l'intenzione del Milan di comprare, del giocatore di trasferirsi e del Barcellona di liberarsi di un attaccante di lusso divenuto incredibilmente un peso. L'ostacolo è la cifra, i tantissimi soldi necessari che la società rossonera non vorrebbe mettere sul piatto. Galliani parla di una "montagna di soldi da scalare", ma anche della sua volontà di portare a termine la trattativa restando a Barcellona sino al 31 agosto se necessario.


Con il Barcellona torneremo a rivederci domani alle 12. La trattativa è molto difficile e molto costosa. Preciso che da parte del Milan non sono previste contropartite tecniche, stiamo lavorando per portare al Milan un grande campione in più. Non voglio illudere nessuno, ma nemmeno dire che non faremo sicuramente l'operazione. Vediamo, è molto difficile. Proviamo, io non mi muovo da Barcellona. I rapporti con il presidente Sandro Rosell sono ottimali.

La differenza fra un calciomercato con l'arrivo di Ibrahimovic e senza l'arrivo di Ibrahimovic al Milan farebbe una differenza enorme dal punto di vista qualitativo e quantitativo, vedremo che condizioni riuscirà a spuntare Galliani.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: