Benitez replica a Mourinho: “Tutto facile? Poteva restare qui”

Rafa Benitez replica a José Mourinho dopo l’attacco di due giorni fa. Secondo lo Special One il lavoro all’Inter per Benitez è “troppo facile”? Lo spagnolo si domanda perché non è rimasto alla Pinetina se il suo compito era davvero così semplice. Il ragionamento non fa una piega, tanto più che in realtà la vera

di


Rafa Benitez replica a José Mourinho dopo l’attacco di due giorni fa. Secondo lo Special One il lavoro all’Inter per Benitez è “troppo facile”? Lo spagnolo si domanda perché non è rimasto alla Pinetina se il suo compito era davvero così semplice. Il ragionamento non fa una piega, tanto più che in realtà la vera difficoltà nel calcio non sta solo nel vincere, ma anche e soprattutto riuscire a confermarsi.

Io dico che abbiamo vinto, tutti insieme. Perchè un allenatore non può vincere da solo: vince con i giocatori, con la società e con i tifosi. Si vince tutti insieme. Prima di tutto sono sorpreso che Mourinho abbia parlato, perchè lui normalmente non parla, no?… Non parla di niente…è chiaro a tutti che questa è una squadra forte e lo era anche quando lui è arrivato all’Inter. Il discorso è più o meno sempre lo stesso, parliamo sempre di chi vince: cioè la società e i calciatori. Lui ora non è qui, ma se tutto era perfetto perché allora non è qui? Perché ha deciso di andare in un’altra squadra? È stata una sua decisione… Io sono qui e sono molto contento di esserci, la squadra è una buona squadra e la società è forte, i tifosi seguono la squadra, i giocatori e l’allenatore. Sono molto contento e non mi piace parlare tanto di questo argomento. Penso che lui parla da fuori, è meglio invece per noi essere concentrati solo sul lavoro che dobbiamo fare per l’Inter.

A proposito di conferme venerdì c’è da giocare una partita importante, la finale di Supercoppa con l’Atletico Madrid a Montecarlo, e l’Atletico secondo Benitez non è un avversario da sottovalutare.

Hanno una mentalità che punta al contropiede, giocano molto bene, Forlan è sempre pericoloso, è intelligente, gioca tra le linee, e Aguero è sempre pronto e svelto a giocare alle spalle dei difensori. Sarà difficile, loro sono una squadra che lavorano molto bene tatticamente tutti insieme, e poi sono molto veloci, anche sulle corsie esterne. Nella partita secca sanno essere molto molto pericolosi.