Palermo, furia Zamparini – Dal Maribor ecco Bacinovic e Ilicic

C’è di che parlare in casa Palermo dopo la sconfitta per 3-2 sul campo del Maribor: innanzitutto, nonostante il ko in terra slovena, la squadra rosanero ha ottenuto il ticket per la fase a gironi dell’Europa League, fondamentale dunque il 3-0 del Barbera (e preziosissimo quel fenomeno di Abel Hernandez). Ma la batosta contro il


C’è di che parlare in casa Palermo dopo la sconfitta per 3-2 sul campo del Maribor: innanzitutto, nonostante il ko in terra slovena, la squadra rosanero ha ottenuto il ticket per la fase a gironi dell’Europa League, fondamentale dunque il 3-0 del Barbera (e preziosissimo quel fenomeno di Abel Hernandez). Ma la batosta contro il Maribor non è andata giù al patron Maurizio Zamparini che al termine della gara si è sfogato pesantemente: “Mi sono davvero vergognato. Il Palermo ha dimostrato di essere una squadra presuntuosa, allenata da un allenatore presuntuoso. E’ stato sciagurato presentarsi a Maribor con questa formazione nel tentativo di gestire il 3-0 dell’andata“.

Non è tutto, perché un inviperito Zamparini ha continuato ad inveire: “In mezzo al campo siamo stati pietosi ed in inferiorità numerica e Rossi non ha capito che un Liverani in queste condizioni, lento ed in sovrappeso non può giocare davanti a tre punte come Pastore, Hernandez e Maccarone. E poi, non parliamo della difesa: ho visto gli stessi errori dello scorso anno. Si vede che non riuscire a porre rimedi alla struttura difensiva è un grande limite del tecnico. Alla fine, ero contento per il terzo gol del Maribor perchè meritava la vittoria. Questa sconfitta mi preoccupa molto e spero che serva da lezione per questa squadra presuntuosa“.

Delio Rossi ha buttato acqua su un fuoco appiccato con troppa incoscienza dal suo presidente: “Il 3-0 dell’andata ti lascia in una situazione strana, ma noi non possiamo giocare per ottenere il massimo con il minimo sforzo, non possiamo permettercelo. Dopo l’1-0 la partita è diventata difficile perché loro hanno creduto nella rimonta, è arrivato anche il 2-0, ma lì siamo stati bravi a venir fuori come una squadra di livello. In campo tutti, giovani e grandi, devono fare il loro, dobbiamo crescere sicuramente a livello internazionale, ma non dimentichiamo che abbiamo affrontato una squadra che oggi ha giocato la nona partita per i tre punti, noi siamo solo alla seconda“.

E tra le file del Maribor, ancora una volta si sono messi in mostra due giovanotti che da domani saranno praticamente giocatori del Palermo: stiamo parlando del ventiduenne Josip Ilicic e di Armin Bacinovic, di un anno più giovane, entrambi centrocampisti. Il primo è costato 2,3 milioni di euro, il compagno 1,2 per un totale di 3,5 milioni; ad entrambi proposto un contratto quinquennale da 300mila euro annui. Così il tecnico palermitano su questi due giovanotti: “Ero sicuro che avessero giocato una grande partita, altrimenti mi sarei preoccupato che il Palermo li abbia presi“. Da segnalare che proprio Ilicic ha siglato il gol del momentaneo 2-0 degli sloveni, non esultando dopo la realizzazione.