Cluj, esonerato Mandorlini alla vigilia della Champions

Duro colpo per Andrea Mandorlini: l’allenatore italiano questa mattina è stato esonerato dal Cluj, club campione di Romania che è prossimo a fare la seconda apparizione in Champions League, come due anni fa inserito nel girone con la Roma. Il tecnico italiano paga l’avvio balbettante in campionato: sette partite e otto punti, con 2 successi,


Duro colpo per Andrea Mandorlini: l’allenatore italiano questa mattina è stato esonerato dal Cluj, club campione di Romania che è prossimo a fare la seconda apparizione in Champions League, come due anni fa inserito nel girone con la Roma. Il tecnico italiano paga l’avvio balbettante in campionato: sette partite e otto punti, con 2 successi, 2 pari e 3 ko, ultimo dei quali ieri contro la Dinamo Bucarest. Troppo per il patron Arpad Paszkanyi che ha così chiamato al posto dell’ex giocatore dell’Inter il “sergente di ferroSorin Cartu, 54enne.

Il Cluj aveva dato molto ascolto ai consigli di Mandorlini, che aveva così costruito una squadra a forti tinte italiane: da Ferdinando Sforzini a Roberto De Zerbi (numero 10), da Felice Piccolo al croato Saša Bjelanović, vecchia conoscenza del nostro campionato. Ma è nota l’impazienza dei presidente rumeni, che non esitano a dare il benservito agli allenatori al primo tentennamento: ne sa qualcosa Cristiano Bergodi, ex difensore della Lazio e ora tecnico del Modena, che fu esonerato da Becali in diretta tv l’anno scorso, quando guidava lo Steaua.

Ora il Cluj affronterà la sfida casalinga di Champions contro il Basilea, mentre due settimane dopo è atteso all’Olimpico di Roma dove due anni fa riuscì addirittura a conquistare l’intera posta in palio con uno storico 1-2. Inattesa disoccupazione per il ravennate Mandorlini, che pure era molto ben voluto in Transilvania: arrivato al Cluj nel novembre del 2009 (dopo una stagione ottima col Sassuolo), aveva realizzato un prezioso “triplete” vincendo campionato, Coppa Nazionale e Supercoppa; carico per affrontare la stagione della consacrazione, le tre sconfitte in avvio di campionato hanno già fatto dimenticare quanto di buono fatto in diversi mesi. Ed ora torna in Romagna.

I Video di Calcioblog