In “Mangia, prega, ama” con Julia Roberts il laziale diventa romanista

C’è una piccola curiosità tutta calcistica nel nuovo film “Mangia, prega, ama” con Julia Roberts tratto dal Best Sellers di Elizabeth Gilbert che sta per uscire nei cinema di tutta Europa. Uno dei personaggio del libro della Gilbert, l’italiano Luca Spaghetti, romano di Roma e Laziale di fede, amico dell’autrice del libro conosciuta durante il


C’è una piccola curiosità tutta calcistica nel nuovo film “Mangia, prega, ama” con Julia Roberts tratto dal Best Sellers di Elizabeth Gilbert che sta per uscire nei cinema di tutta Europa. Uno dei personaggio del libro della Gilbert, l’italiano Luca Spaghetti, romano di Roma e Laziale di fede, amico dell’autrice del libro conosciuta durante il suo viaggio in Italia, c’è rimasto molto male quando si è visto trasformato nella versione cinematografica della storia in uno sfegatato tifoso romanista. La storia racconta infatti di un viaggio fatto dalla Gilbert nel 2003 per “ritrovare se stessa” durante il quale ha trascorso del tempo in Italia.

C’è rimasto proprio male Luca Spaghetti che non si aspettava assolutamente che qualcuno gli affibbiasse così a sua insaputa un’altra fede calcistica: “Non fa piacere, io sono amico della scrittrice. Me la presentò un amico nel 2003. Non era ancora famosa e usciva da un matrimonio finito male. Per quattro mesi mi sono preso cura di lei. L’ho portata in giro per Roma, tra locali, opere d’arte e ristoranti. E naturalmente allo stadio a vedere la Lazio“. Spaghetti comunque non ha perso tempo ed ha appena pubblicato un libro che racconta la sua versione dei fatti dal titolo “Un romano per Amico“.


Insieme abbiamo visto Lazio Bologna e Lazio Sparta Praga. Lei si divertiva e faceva il tifo per la Lazio così varie sere siamo andati anche al Four green: birre e partite in un pub“. Quando è andato insieme alla sua amica Liz sul set Spaghetti si è reso conto che tutte le comparse presenti indossavano la maglia giallorossa, compreso l’attore Giuseppe Gandini che ha interpretato proprio il ruolo dell’amico romano di Elisabeth Gilbert. Spaghetti ha subito protestato contro la produzione ed è riuscito ad ottenere di far indossare una sciarpa biancoceleste a Gandini, dovendosi accontentare però che l’attore venisse inquadrato dopo aver appena visto segnare la Roma in un derby contro la sua Lazio. Storie romane.

I Video di Calcioblog