Roma Livorno: pagelle giallorosse

Bell’esordio dei giallorossi all’Olimpico. Il Livorno è poca cosa ma i padroni di casa sono una squadra ben amalgamata e sicura dei propri mezzi. Il centrocampo e la difesa sembrano reparti molto più solidi rispetto a quanto visto a San Siro nel secondo tempo della Supercoppa. L’attacco gioca senza vere punte, ma la formula sembra



Bell’esordio dei giallorossi all’Olimpico. Il Livorno è poca cosa ma i padroni di casa sono una squadra ben amalgamata e sicura dei propri mezzi. Il centrocampo e la difesa sembrano reparti molto più solidi rispetto a quanto visto a San Siro nel secondo tempo della Supercoppa. L’attacco gioca senza vere punte, ma la formula sembra funzionare. Prossimo appuntamento martedì contro lo Shakthar.

Doni 6,5: Poco impegnato. Si fa trovare pronto quando ce n’è bisogno.

Ferrari 6: Partita tranquilla per il centrale giallorosso. Il Livorno non fa male, c’è poco da correre e da sudare.

Mexes 6,5: Il transalpino controlla senza faticare insieme al compagno di reparto. Appena può imposta l’azione. Un tantino duro su un paio di interventi.

Tonetto 6: Senza infamia e senza lode. Potrebbe fare più male in avanti, ma si limita a contenere le scorribande avversarie sulla sua fascia di competenza. Può fare meglio.

Panucci 7: Sempre pericoloso sulla destra. Difende e riuparte in velocità come se avesse vent’anni. OK, l’Italia ha vinto i mondiali, però…

De Rossi 7: Oltre al gol, importantissimo, quantità e qualità sono le carte vincenti del ragazzotto di Ostia. Pilastro insostituibile.

Aquilani 6,5: Combatte, difende e gioca molti palloni in mezzo al campo. Ma siamo sicuri che il giovane Alberto sia la riserva di Pizarro?

Mancini 7,5: Ubriaca Balleri più di una volta. Segna, si procura il rigore e da spettacolo. Insostituibile.

Pizarro 5,5: Faro del centrocampo giallorosso? Per il momento no. Ma non si può chiedere tutto e subito al cileno. Tempo al tempo. I numeri ce li ha.

Taddei 6,5: Entrato nella ripresa si fa subito notare. Riesce a rendersi pericoloso con gran facilità dialogando sulla fascia destra con Panucci.

Perrotta 6,5: E’ ovunque. Centrocampista, trequartista e ala a seconda dei casi. Meglio nella sua Roma che in nazionale.

Totti 6: Non in formissima. Sbaglia un rigore e qualche passaggio di troppo, ma la fantasia, le invenzioni ci sono ancora. Aspettare e sperare. Francesco tornerà presto quello di prima.

Montella sv.

Rosi sv.

Spalletti 6,5: Il Livorno sembra poca cosa. Da valutare se siano più i meriti dei capitolini o i demeriti dei toscani. I giallorossi sono comunque ben disposti in campo e nei novanta minuti non si fanno mai trovare impreparati. Potrebbe essere l’anno buono…

I Video di Calcioblog