Domenech chiede il sussidio di disoccupazione


L'ex ct della Francia, Raymond Domenech, avrebbe chiesto informazioni sull'indennità da disoccupazione che gli spetta. Domenech, licenziato ai primi di settembre dalla Ferdercalcio transalpina, è stato visto in una sede dell'ufficio del lavoro a Parigi. "Avevo un appuntamento al Pole emploi (agenzia del lavoro, ndr) e chi ti ti vedo arrivare? Vedo arrivare Raymond Domenech per chiedere un appuntamento con un consulente, sicuramente per aver diritto alle sue indennità" - ha raccontato un testimone a radio Europe 1, precisando che il tutto è avvenuto nel pomeriggio di giovedì scorso in un ufficio del 15° arrondissement - "I consulenti sono piombati su di lui per portarlo in un angolo riservato" ha aggiunto.

Secondo il quotidiano "Le Parisien", l'ex ct dei Bleus, licenziato dalla Federcalcio francese (Fff) per i deludenti risultati e i contrasti con la squadra ai Mondiali in Sudafrica, può sperare in 36 mensilità di indennità di disoccupazione, avendo più di 50 anni (57, per l'esattezza). L'assegno sarà di 5600 euro netti al mese. Per l'incarico in nazionale, Domenech percepiva 12000 euro per 14 mensilità.



Secondo la stampa francese, essendo stato licenziato dalla Federcalcio per «gravi inadempienze» e con la risoluzione unilaterale del contratto, Domenech può chiedere l'indennità ma non solo: nei piani dell'ex ct ci sarebbe, come detto, anche la volontà di portare la Federazione davanti al tribunale del lavoro.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: