Spot comparativi: Ecco la risposta di Mediaset Premium

Tanto tuonò che piovve. Come previsto, ne avevamo parlato meno di una settimana fa, ecco spuntare il primo spot di Mediaset Premium in risposta alla pubblicità comparativa di Sky. L’operatore della tv satellitare aveva scelto, dopo alcuni riferimenti molto creativi ma non diretti, di nominare direttamente “Mediaset Premium” in una pubblicità radiofonica. Ecco allora che

di


Tanto tuonò che piovve. Come previsto, ne avevamo parlato meno di una settimana fa, ecco spuntare il primo spot di Mediaset Premium in risposta alla pubblicità comparativa di Sky. L’operatore della tv satellitare aveva scelto, dopo alcuni riferimenti molto creativi ma non diretti, di nominare direttamente “Mediaset Premium” in una pubblicità radiofonica. Ecco allora che dalle parti di Cologno Monzese hanno deciso di dare una risposta chiara, anche se non particolarmente aggressiva.

Mediaset sceglie un taglio “soft“, signorile. Il confronto è fra due “clienti”, uno abbonato alla “pay tv satellitare” (chissà quale sarà, questa pay tv) e l’altro a Mediaset Premium. Senza nessuna particolare trovata, sfondo bianco, regia essenziale, l’abbonato a Premium spiega all’altro come, almeno per quello che riguarda il calcio, lui paghi meno (19 contro 47 euro al mese) e veda di più grazie all’esclusiva dell’Europa League del Mondiale per Club.

Certo, la sovrimpressione spiega come con Sky siano inclusi “oltre 40 canali“, una miriade di altri eventi sportivi e 15 canali in HD 24/7, ma il messaggio è chiaro: se ti abboni al satellite per il calcio (e sei tifoso di una delle squadre incluse ne “il meglio della Serie A“) puoi vedere di più pagando meno. Invece di essere “Liberi di…“, slogan di Sky, sei “Libero di scegliere“. 1 a 1, palla al centro.