Francesco Totti si aggiudica il Golden Foot 2010

francesco totti

Francesco Totti prova a mettersi alle spalle il periodo difficile che sta vivendo raccogliendo una bella soddisfazione personale. Il capitano della Roma ha ricevuto oggi a Montecarlo il Golden Foot 2010, un premio che è stato istituito nel 2003 e che ogni anno viene assegnato dai tifosi e dagli appassionati di calcio da tutto il mondo attraverso il sito ufficiale della competizione. Per vincerlo bisogna avere almeno 29 anni ed essersi distinti non solo per le doti tecniche ma anche per quelle caratteriali, un riconoscimento che premia insomma i simboli di questo sport.

L'italiano ha sbaragliato una concorrenza di tutto rispetto, come ogni anno i candidati alla fase finale erano dieci e quest'anno il parterre era di tutto rispetto. In lizza infatti c'erano, oltre all'altro nostro connazionale Buffon, anche Seedorf, Puyol, Gerrard, Drogba, Giggs, Eto'o, Beckham e Raul. Proprio con lo spagnolo Totti ha dovuto combattere fino all'ultimo voto, riuscendo alla fine ad uscire vincitore. Ora l'impronta del Pupone resterà impressa sulla Champions Promenade della città monegasca, sullo stile della più famosa Hollywood Boulevard delle stelle del cinema.

Il romanista è il terzo italiano ad aggiudicarsi questo riconoscimento, prima di lui ci sono riusciti Roberto Baggio, che è riuscito ad aggiudicarsene la prima edizione del 2003, e Alessandro Del Piero, che invece ha lasciato la sua impronta nel 2007. Nell'albo d'oro compaiono anche i brasiliani Ronaldo, Roberto Carlos e Ronaldinho, il ceco Pavel Nedved e l'ucraino Andriy Shevchenko. Totti sarà in compagnia anche delle vecchie stelle del calcio, gente come Rossi, Rivera, Di Stefano, Best, Maradona e Puskas.

Il premio non avrà lo stesso valore di un Pallone d'Oro ma è comunque un riconoscimento personale molto importante, a coronamento di una carriera di primo livello. Una piccola consolazione in questi giorni in cui Totti sembra andare tutto storto, un ulteriore stimolo a impegnarsi per dare una svolta decisiva alla stagione sua e della Roma, entrambi reduci da un brutto momento da riscattare al più presto, magari a partire dalla ripresa dopo la sosta per la nazionale.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: