I Serbi: "Colpa dell'Italia, partita da ripetere"


La Federazione Serba chiederà all'Uefa di rigiocare la gara con l'Italia sospesa dopo le intemperanze degli ultras. La posizione è quella più ovvia per chi intende tutelare gli interessi della propria nazionale, ma il presidente Tomislav Karadzic va oltre sostenendo che la responsabilità per la sospensione della gara deve ricadere sulle autorità italiane che hanno fornito "una risposta debole" ai comportamenti degli esagitati ultras. Secondo i serbi la Federazione Italiana "era responsabile della corretta organizzazione della partita, quindi il 18 ottobre, quando incontreremo il presidente dell'Uefa Michel Platini chiederemo la ripetizione della gara".

A nostro giudizio si tratta di una richiesta assolutamente sproporzionata, il principio secondo il quale ai comportamenti incivili di una parte della tifoseria corrisponde una sanzione per la Federazione o la squadra cui quei supporters fanno riferimento è ampiamente accettato da anni. Fino a prova contraria Ivan Bogdanov è un "tifoso" serbo.

Ad ogni modo sarà la nostra FIGC a dover scendere in campo, l'Uefa chiede infatti che sia l'Italia ad esporsi con una richiesta ufficiale di vedersi assegnata la vittoria a tavolino per 3 a 0. C'è ancora qualche giorno e Platini, vista la vicinanza alle nuove elezioni per la presidenza dell'Uefa, avrà certamente un atteggiamento prudente.

Foto Ultras Serbia

Foto Ultras Serbia
Foto Ultras Serbia
Foto Ultras Serbia
Foto Ultras Serbia
  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: