Il Giappone si candida per i Mondiali 2022: con gli ologrammi partite ultra realiste


Il due dicembre prossimo la Fifa deciderà le sedi dei Mondiali di calcio del 2018 e del 2022: se dopo il Brasile, appare in netto vantaggio l'Inghilterra per la rassegna iridata fra otto anni, la competizione di quattro anni dopo pare vivere di incertezze. E' certo che si disputerà lontana dall'Europa, ma dal Qatar all'Australia, dalla Corea del Sud al Giappone, le pretendenti non mancano e non chiaro chi sia la favorita. Ma proprio dal Sol Levante sono sicuri che grazie al loro asso nella manica alla fine la spunteranno: dimenticate la tecnologia 3D (ancora per altro in fase medievale a livello di diffusione), la Panasonic e la Sony stanno unendo le energie per creare i primi Mondiali che potranno seguirsi in 208 Paesi del mondo grazie agli ologrammi.

Il concetto è semplice: oltre 200 telecamere riprendono le partite, in svariate città del globo vengono "istallati" dei mini-stadio con tanto di tribune e sull'ipotetico terreno di gioco si potrà assistere al match come se si fosse in Giappone, dacché battaglieranno ventidue ologrammi che in diretta proporranno le reali azioni di gioco in quel momento in atto a migliaia di chilometri di distanza. "Il progetto è top secret, chiaramente non possiamo rivelarlo, però la Fifa ha visto qualcosa durante l’ispezione di luglio. Al momento si riesce a proiettare con un ologramma un’immagine statica. Abbiamo dodici anni per farcela anche con i corpi in movimento" assicura Aoi Konishi, manager del comitato per la candidatura.

Se qualcuno storce il naso, lui non si scompone più di tanto, forte della tecnologia dirompente del suo Paese, il Giappone appunto, disposto a investire miliardi di yen per rendere questo futurista modo di assistere al calcio pura realtà. E a questo punto c'è quasi da sperare che il buon Blatter, insieme ai suoi collaboratori, fra poco più di un mese scelgano proprio il Giappone quale nazione ospitante il Mondiale del 2022: pazienza che saranno passati solo 20 anni dalla fase finale del 2002, la curiosità a questo punto è tanta. Di seguito un video esplicativo.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: