Benitez critica l'arbitro: "Il gol nasce da fallo di Cassano"

rafa benitez

E alla fine arrivarono anche le lamentele di Rafa Benitez sull'operato dell'arbitro, l'allenatore spagnolo per la prima volta da quanto è in Italia si lascia andare a considerazioni sulle decisioni di un direttore di gara, in questo caso Orsato di Schio. Lo fa con la sua solita educazione, le sue parole alla fine della partita sono pacate, il riferimento è all'azione che ha portato al gol del vantaggio doriano che, secondo il tecnico, nasce da un fallo di Cassano su Chivu. Il fantasista della Sampdoria avrebbe spinto il difensore romeno poco prima di servire al suo compagno l'assist per il gol dell'1-0.

Senza troppi giri di parole Benitez si dice scontento di come è stata diretta la gara e si dice contento di come la sua squadra abbia reagito all'ingiusto svantaggio:

"Dopo aver subito un gol come questo non è stata facile. Tutti abbiamo visto che era fallo: Cassano guardava il segnalinee, sapeva di aver fatto fallo. Il suo errore ha cambiato tutto. Siamo andati avanti, ma almeno abbiamo dimostrato di avere carattere. L'arbitro oggi non mi è piaciuto, non ha fatto bene, ma non dico niente di più, questa è solo la mia opinione".

Riguardando l'azione, l'impressione è che una leggera spinta di Cassano ai danni di Chivu ci sia, ma la scelta di lasciar continuare da parte di Orsato è in linea con il metodo di direzione utilizzato nel corso di tutto l'incontro. L'arbitro fin dall'inizio ha preferito lasciar giocare, limitandosi a fischiare solo gli scontri di gioco più duri. Nell'occasione del gol anche il suo collaboratore di linea Calcagno, vicinissimo all'azione, ha chiaramente indicato di proseguire, giudicando regolare la giocata del barese.

Le migliori foto di Inter-Samp 1-1
Le migliori foto di Inter-Samp 1-1
Le migliori foto di Inter-Samp 1-1
Le migliori foto di Inter-Samp 1-1
Le migliori foto di Inter-Samp 1-1



Tornando alla partita Benitez ha comunque apprezzato la reazione della squadra, lamentando però la scarsa determinazione sotto porta dei suoi giocatori. In effetti in questo inizio di stagione Samuel Eto'o si sta mostrando più che determinante, senza i suoi gol forse staremmo parlando di "crisi Inter" e rimpiangendo Mourihno. Lo spagnolo ammette che l'assenza di gente del calibro di Milito e Pandev pesa sul rendimento della sua squadra, ma elogia comunque l'impegno di chi li sostituisce:

"Abbiamo problemi con Milito e Pandev: sono due attaccanti che dovrebbero fare gol. Comunque la squadra va migliorando, non è facile gestire tutte queste partite, comunque è importante che giovani come Biabany e Coutinho mostrino tutta questa voglia di vincere".

Il campionato è però ancora molto lungo e l'Inter, attraverso le parole del suo allenatore, non sembra spaventata dalla fuga della Lazio: mancano ancora troppe partite per poter fare considerazioni di questo tipo. Di sicuro ieri i nerazzurri hanno perso punti importanti, soprattutto in considerazione di aver pareggiato in casa, lo sottolinea anche Samuel che intanto si gode Eto'o, sperando che il suo momento d'oro continui in attesa del ritorno degli altri attaccanti.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: