Capello: "Calcio italiano messo male. Grande Lazio"


il c.t. della nazionale britannica, Fabio Capello, torna a parlare di calcio italiano in un'intervista rilasciata a Radio Anch’io, nella quale commenta prima di tutto il pessimo momento del calcio italiano nelle coppe europee:

A livello europeo, il calcio italiano è messo male. Abbiamo dominato per anni, ora in Europa il calcio tecnico e fisico ha la meglio sul calcio italiano tecnico-delizioso. Il nostro movimento ha vinto la Champions con l’Inter che aveva tanti stranieri forti fisicamente e validi tecnicamente. In Italia si parla per proteggere i piedi buoni, che non bastano. Ci vuole la forza fisica. Probabilmente, poi, ci sentiamo appagati: i tecnici, anche quelli del settore giovanile, dovrebbero viaggiare per capire cosa succede fuori.

L'allenatore friulano individua il problema soprattutto a livello giovanile, dove a suo parere l'Inghilterra sarebbe molto più avanti del nostro paese:

L’obbligo di vincere non dovrebbe esistere nei settori giovanili, dove si fanno crescere le piante. Nel professionismo, purtroppo, l’allenatore che non vince deve essere cacciato via. In Inghilterra ci sono giovani validi che potrebbero arrivare nella Nazionale maggiore. Abbiamo in particolare un paio di elementi nella buona Under 21 che si è qualificata a Euro 2011. E abbiamo un’ottima Under 19. Prima di marzo abbiamo 2 amichevoli, qualche sperimentazione ci sarà.




Don Fabio è duro anche nei confronti dei simulatori, tema tornato alla ribalta dopo il caso Krasic in Bologna-Juventus di ieri:

Il giocatore che si butta per terra e simula lo fa perchè sa che viene premiato: non si cambia uno stile di gioco in pochi mesi. Braschi ha intrapreso la strada giusta, ma serve tempo perchè il sistema italiano non ha prodotto risultati in questo senso.

Un commento infine sull'ottimo momento della Lazio di Edy Reja, capolsita del campionato italiano dopo le prime otto giornate:

È un campionato interessante per molti motivi, perchè alcune squadre che dovevano fare bene stanno facendo male. Tra tutte le sorprese direi la Lazio, per loro arrivare in Champions sarebbe un ottimo risultato. Se ricorda il Verona di Bagnoli? Direi proprio di sì. E comunque la Lazio ha un ottimo centrocampo, ottimi giocatori e siccome l’80% dei palloni passano da lì ecco che tutto torna. E poi c’è un ottimo allenatore.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: