Real Madrid, 0-0 a Murcia in Coppa del Re: come si comporterà Mourinho?


Avido di "triplete", abituato a cannibalizzare calcisticamente ogni partita, esigente e guascone, José Mourinho tiene un sacco alla Coppa del Re: vuoi perché il Real Madrid non la vince dai primi anni '90, vuoi perché a lui perdere non piace mai, vuoi perché di recente le figuracce contro Real Union e Alcorcon (con Schuster e Pellegrini in panca) ancora bruciano ai tifosi madridisti, beh, per uno o per tutti questi motivi contro il Real Murcia lo Special One era stato chiaro. Quasi minaccioso: "Se a me succede una cosa come quella di Alcorcon io sui giocatori faccio una bella croce. Per me sono morti”.

Così dopo il 6-1 al Racing di Santander, aveva avvertito: "Io adesso vado a casa e mi guardo un video del Murcia. Spero che loro facciano lo stesso: che si concentrino sulla gara di martedì”. E alla vigilia: "Chi gioca a Murcia ha una grande possibilità per mostrarmi le sue qualità. Se uno non gioca bene contro una squadra di terza serie come può pensare di farlo contro un rivale più forte? Se non giocano bene in Copa del Rey come possono pensare di disputare partite di Liga o di Champions? Se non giocano bene a Murcia sabato ad Alicante porto quelli del Castilla (la seconda squadra del Madrid, terza serie, ndr)”.

Avviso alle seconde linee di bianco vestite, da Benzema a Pedro Leon, da Albiol a Diarra. Così ieri sera Mou è andato a Murcia osservando con molta cura le prestazioni dei succitati giocatori, non disdegnando di schierare nell'11 titolare il carico a briscola, al secolo Cristiano Ronaldo. Ebbene, è finita 0-0 grazie soprattutto al portiere venezuelano del Murcia Dani Hernandez, con tiri dalla distanza sempre pericolosi, un legno colpito da Granero, un gol annullato a Benzema e infinito, ma spesso sterile, possesso palla. Come l'avrà presa il lusitano dopo le minacce neanche tanto velate del pre-partita? Si è mostrato accomodante.

"Non parlo dei giocatori singolarmente, parlo della squadra e sono soddisfatto. Abbiamo giocato per vincere, io critico i giocatori poco seri, non è stato questo il caso. Ci abbiamo provato ma il loro portiere ha avuto la serata magica. Certo, alla fine lo 0-0 non è stato il risultato che speravamo, ma se al Bernabeu giochiamo come stasera non ci saranno problemi. Anzi, sicuramente vinceremo la partita di ritorno e passeremo il turno" ha spiegato dopo la partita l'ex interista. Per la felicità, si fa per dire, dei suoi osservati speciali: dal prossimo turno di campionato è di nuovo panchina (o tribuna!).

Real Murcia: Dani Hernández; Ander Gago, Luciano, Iván Amaya, Óscar Sánchez; Carles, Richi, Miguel Albiol, Dani Aquino (Pedro, al minuto 57); Cañadas (Mario Marín, al minuto 64), Kike (Rosquete, al minuto 77).

Real Madrid: Casillas; Sergio Ramos, Pepe, Raúl Albiol, Arbeloa; Mahamadou Diarra, Granero (Khedira, al minuto 62), Pedro León, Canales; Cristiano Ronaldo (De María, al minuto 69), Benzema (Higuaín, al minuto 62).

Arbitro: Miguel Ángel Ayza Gámez.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: