Lippi prepara il ritorno: "Non sono un ex, allenerò ancora"


Marcello Lippi torna a parlare a distanza di ben 4 mesi dalla fallimentare spedizione mondiale in Sud Africa. Il tecnico viareggino, letteralmente eclissatosi dopo la figuraccia rimediata dalla sua Italia, ha colto l'occasione del premio Atorn per la solidarietà assegnatogli a Pisa in serata per concedere una breve intervista a Sky. Lippi non ha perso il suo stile aggressivo e, anche un po' a sorpresa, si dichiara già pronto per tornare ad allenare una squadra di club.


Ho commesso degli errori ma ho vinto un Mondiale e ho intenzione di restare nel mondo del calcio. In carriera ho fatto tante cose giuste, ma qualcuna l'ho anche sbagliata. Adesso non dobbiamo dimenticare tutte le cose giuste fatte in precedenza. Il mio cervello funziona benissimo, ha sempre funzionato benissimo. Io rappresento il mondo del calcio e non mi sento assolutamente un ex. Tornerò ad allenare, anche se non so ancora dove. E comunque, anche se non dovessi farlo, ma questo non accadrà, resterò per sempre un rappresentante del calcio, non foss'altro per tutti i risultati che ho ottenuto e che rimarranno scritti per sempre.

Il Ct della nazionale campione del Mondo non vuole perdere il "suo" primato, la sua più grande vittoria, il trionfo che tanti italiani sembrano aver già dimenticato a distanza di 4 anni. Il fenomeno è un po' misterioso, soprattutto tenendo conto della gratitudine mai abbandonata per Enzo Bearzot, il precedente allenatore che riportò l'Italia sul tetto del mondo. Ad ogni modo, dove finirà Lippi secondo voi?


  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: