Sabato Milan - Juve: si rinnova lo scontro epico tra Ibrahimovic e Chiellini


Dopo una sola stagione di pausa, la premiata ditta Chiellini - Ibrahimovic torna a sfidarsi tra Olimpico di Torino e Scala del Calcio di Milano: dopodomani sera si affronteranno Milan e Juventus e allora ci sarà da gustarsi il rinnovato duello tra due ex compagni di squadra, poi grandi nemici quando lo svedese si trasferì all'Inter, alla fine combattenti rispettosi, l'un dell'altro. E' ancora vivido il leggendario scontro fisico e verbale della prima sfida tra Juve e nerazzurri nel 2007, a Torino, quando il Chiello finì per conquistare definitivamente i propri tifosi e Zlatan non riuscì ad incidere nell'economia dell'1-1 finale (allora come fra due giorni arbitrerà Rocchi).

Ma di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia, e anche a sentire le parole dei due alla vigilia del big match di sabato si ha come l'impressione che sia rimasto solo grande rispetto, senza spazio per astio e colpi bassi. Il primo a parlare è stato il difensore livornese: "In campo è normale qualche scontro con Ibra, per il mio e il suo tipo di gioco. Ma abbiamo un ottimo rapporto, è bello giocare contro di lui". E lo svedese ha replicato oggi: "Sì, è vero: Giorgio Chiellini è per me il marcatore più duro e ruvido, quello che sof­fro di più. E’ davve­ro difficile giocare contro di lui, non ti lascia spazio, non ti fa re­spirare... Ma “Chiello” mi piace, è leale, un combattente vero. Fra noi due ci sono sempre stati bel­lissimi duelli".

E allora torniamo indietro di tre anni, e gustiamoci l'allora tete-a-tete senza esclusioni di colpi.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: