Moratti contro la Juve: "Anche noi potremmo chiedere due scudetti"


Massimo Moratti regge 24 ore, poi al primo microfono puntato verso la sua bocca risponde al Presidente della Juventus Andrea Agnelli che ieri aveva detto, con estrema prudenza anche se i giornali hanno sparato titoli urlati, "se nei processi penali dovesse essere accertata l'innocenza della Juventus potremo richiedere l'assegnazione dei due scudetti tolti".


La Juventus ha la sua politica, quando noi entreremo nel loro ordine di idee allora chiederemo anche noi i due scudetti che ci mancano nel passato. La Juventus ha scelto questa politica e non ho nessuna critica da fare, non cambia nulla con Agnelli dal punto di vista personale, solo ci rendiamo conto di quale politica hanno scelto: succede che uno è comunista e un altro fascista, ma si può essere amici lo stesso.

Curiosa la simmetria di Moratti almeno tenendo conto che Agnelli chiederebbe indietro all'Inter "solo" uno scudetto, quello "dell'onestà" assegnato ai nerazzurri. L'altro titolo che la Juventus vorrebbe per sé non è stato assegnato a nessuno, ma si sa, nella polemica vale la regola aurea del "chi la spara più grossa". Il presidente nerazzurro è misterioso, ma già si affollano le speculazioni su quali siano questi "altri" due scudetti che la Juventus dovrebbe restituire all'Inter. Probabilmente si riferisce ai campionati del '98 e del 2002.
Il titolo del famoso rigore su Ronaldo, quello da assegnare nella partita che avrebbe riportato l'Inter di Simoni a contatto con quella di Lippi e quello del 5 maggio, quando l'Inter di Cuper si arenò comicamente all'Olimpico di Roma contro la Lazio.

In questa vicenda, almeno fino a qui, la posizione della Juventus appare cristallina. Sulla scrivania del procuratore federale Palazzi c'è, da mesi, un esposto dei bianconeri per chiedere che anche l'Inter venga giudicata dalla giustizia sportiva con la stessa severità del 2006 alla luce delle intercettazioni venute fuori durante il processo di Napoli. Il minimo, su questo concorda perfino la Gazzetta dello Sport, porterebbe alla revoca proprio dello scudetto assegnato a tavolino. Nulla di più. Palazzi è però impegnato in altre faccende (quali non è dato saperlo) e se la sta prendendo con estrema calma.

Moratti potrebbe fare una cosa, provare a fare un suo esposto, magari, chissà, Palazzi sarebbe più veloce nel rispondere.

  • shares
  • Mail
46 commenti Aggiorna
Ordina: