L'Uefa decide: Serbia punita, 3-0 a tavolino per l'Italia


L'Uefa ha punito la Serbia dopo i fatti di Genova. La gara Italia - Serbia, valida per le qualificazioni ai campionati europei viene assegnata agli azzurri con il punteggio di 3 a 0 a tavolino. La decisione è arrivata poco dopo le 15, ed era ampiamente prevista nonostante i tentativi della federazione serba di coinvolgere la nostra federazione e di ottenere che la partita venisse rigiocata.

La nazionale serba, oltre alla sconfitta, che complica il percorso verso Euro 2012, dovrà anche giocare una gara casalinga a porte chiuse (contro le tre richieste inizialmente) e pagare 120 mila euro di multa. Un prezzo alto, ma proporzionato, per le intemperanze di Ivan Bogdanov e dei suoi colleghi teppisti. Per la FIGC, ritenuta comunque in parte responsabile di non essere stata in grado di garantire la sicurezza e il regolare svolgimento della partita, una multa di 100 mila euro e una gara a porte chiuse con sospensiva. L'Italia dovrà evitare in futuro che, anche se su iniziativa di tifosi di altre nazionalità, si ripetano scontri e incidenti nelle proprie partite casalinghe. Viceversa scatterà la squalifica del campo, senza bisogno di ulteriori approfondimenti.

La delegazione serba presente a Nyon è chiaramente scontenta della decisione e ha già annunciato che presenterà ricorso sperando di potersi risparmiare quantomeno la gara a porte chiuse: praticamente impossibile, senza l'emergere di fatti nuovi, che Italia - Serbia si possa rigiocare.

Foto Ultras Serbia

Foto Ultras Serbia
Foto Ultras Serbia
Foto Ultras Serbia
Foto Ultras Serbia
  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: