Cassano chiede scusa a Garrone, reazione frutto di un momento particolare

antonio cassano

Antonio Cassano ha rotto oggi il suo silenzio, l'attaccante della Sampdoria ha rilasciato un'intervista all'Ansa per poter dire la sua in merito alle vicende che lo hanno visto coinvolto in questi ultimi giorni. Il giocatore si è difeso, ha riconosciuto che la sua reazione è stata eccessiva, ma ha anche provato a spiegare i motivi di un tale comportamento. Poi sono anche arrivate le scuse pubbliche, dopo quelle negli spogliatoi in presenza dei suoi compagni di squadra, al presidente Garrone verso il quale, ha spiegato, prova grande affetto e riconoscenza.

È un Cassano quasi intimorito quello che parla all'Ansa, sul suo volto traspare tensione ed emozione. Il barese prova a spiegare quello che è successo, senza cercare di sottrarsi alle sue responsabilità, ma sperando almeno di trovare comprensione:

"I fatti descritti da alcuni organi di stampa, col chiaro intento di mettermi in cattiva luce, e ci sono riusciti anche questa volta. Non è questa la sede più opportuna per contestarli perché è roba da avvocati. Ma non tengono conto di quanto accaduto precedentemente e non tengono conto di quanto più volte da me spiegato alle persone che mi sono vicine, ovvero del particolare momento che sto vivendo insieme a mia moglie. Se voglio starle vicino il più possibile, compatibilmente con i miei tantissimi impegni agonistici, un motivo ci sarà. Ma non vedo motivo di rendere pubblica la mia privacy".

Le Foto del Matrimonio di Cassano
Le Foto del Matrimonio di Cassano
Le Foto del Matrimonio di Cassano
Le Foto del Matrimonio di Cassano
Le Foto del Matrimonio di Cassano


Il solo nominare la moglie Carolina Marcialis, che come sappiamo è in dolce attesa, fa spezzare la voce a Cassano. Il numero 99 blucerchiato non accetta che si speculi sul suo futuro, che lo si accusi di fare in modo di essere mollato dalla Samp e, anzi, rinnova il suo amore per quella maglia che lo ha fatto tornare ai livelli che più gli competono, facendogli riconquistare anche la maglia della nazionale:

"Sono dispiaciuto per quanto accaduto e peraltro ho già chiesto scusa al dottor Garrone, al quale voglio molto bene, in presenza dei compagni di squadra. Ho letto che tutta la vicenda sarebbe collegata a speculazioni di mercato ma ribadisco che, sempre che ce ne sia la possibilità, è mia ferma intenzione rimanere alla Sampdoria".

A questo punto la situazione diventa nuovamente molto aperta, Cassano ha compiuto il suo gesto di umiltà, adesso sta alla società e al suo presidente, Riccardo Garrone, valutare se ci sono le basi per provare a ricostruire il rapporto con il barese. La sponda blucerchiata di Genova attende con il fiato sospeso gli sviluppi di questa vicenda, sperando in un lieto fine.

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: