Raiola: "Crujff e Guardiola sono da ospedale psichiatrico" Il Barcellona lo querela


Mino Raiola non ama andare tanto per il sottile quando si tratta di difendere i suoi assistiti. A far scatenare la rabbia dell'agente ex pizzaiolo è stata una frase pronunciata da Johan Cruyff in cui l'olandese sottolineava il proprio scetticismo verso l'Ibrahimovic calciatore della Liga Spagnola ("Ibra è adatto solo al calcio italiano"). Attraverso il quotidiano svedese 'Expressen' Raiola ha risposto duramente:

Cruyff? Può andare al diavolo. Sta diventando vecchio e non ha avuto la forza di continuare la sua carriera da allenatore. Credo che lui e Guardiola possano andare in un ospedale psichiatrico, seduti a giocare a carte, farebbero un favore al Barcellona. Cruyff ha detto che Ibra è più adatto al calcio italiano, perchè non ha detto che non era adatto a quello spagnolo prima di comprarlo?”. Non è la prima volta che l'agente italo-olandese lancia dure accuse nei confronti del club catalano. Il club blaugrana ha emesso un duro comunicato di risposta, nel quale annuncia di aver preso dei provvedimenti:



"Il Barcellona reputa inammissibili la parole di Mino Raiola. L'agente offende l'onore e l'integrità morale del nostro allenatore Pep Guardiola e del nostro presidente onorario Johan Cruyff. Per tale motivo, il Barcellona si propone di adire alle vie legali e con effetto immediato blocca tutti i pagamenti sospesi al signor Raiola in relazione ai suoi accordi contrattuali con il club"

.

Raiola, poche ore dopo, ha aggiustato il tiro: "Mi riferivo solo a Cruiyff e non a Guardiola. Non ho nulla contro il tecnico del Barcellona. Pep è un grande tecnico".

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: