Juve, ancora uno stop per Amauri: Marotta lavora per un attaccante a gennaio


Aggiornamento: Decisamente più grave l'infortunio di Amauri. Stando al comunicato della Juventus la distorsione al ginocchio sinistro è "preoccupante" con "sicuro interessamento del legamento collaterale interno". Se gli esami di domani dovessero evidenziare una rottura del legamento per Amauri si spalancherebbero le porte della sala operatoria, con probabile addio a questa stagione come già successo ad Inzaghi e a Samuel.

Con tutta probabilità Amauri non sarà convocato per la partita di Genova: la Juve affronterà ad ora di pranzo il Genoa di Ballardini, se le belle notizie arrivano dal recupero ormai certo di Krasic, l'ennesimo stop del centravanti italo-brasiliano pone più di una domanda sulla reale condizione dell'attacco bianconero. Durante l'allenamento odierno ha abbandonato il campo per una probabile distorsione al ginocchio (problema nuovo dopo gli acciacchi muscolari e alla caviglia), di fatto Delneri avrà come prima punta solo Iaquinta (la cui condizione fisica è sempre un enigma) e da qui a gennaio non sarà impossibile che il reparto offensivo juventino sia formato da Quagliarella e Del Piero, soluzione di emergenza spesso vincente (vedi exploit contro il Milan).

Di certo nella rosa della Juve urge un attaccante, una prima punta di peso, uno alla Edin Dzeko su cui si ritenterà un assalto la prossima estate; già, perché agire a gennaio è sempre materia tignosa, con squadre che da un lato non vogliono privarsi dei loro giocatori a metà stagione e dall'altra sentono la necessità di farlo perché magari a fine contratto. Di fatto tutte le premesse portano a pensare che Marotta fra due mesi si attaccherà al telefono e metterà mano al portafogli, già, ma per chi? Obiettivo numero uno: Diego Forlan. Costa troppo, ha un ingaggio elevato, se non si va al ribasso non se ne fa niente. Ripiego dignitoso: Maxi Lopez. Rapporti ottimi col Catania, stima dell'entourage bianconero, plausibilità che il tutto vada in porto media.

Terza pista: Luis Suarez. L'uruguagio dell'Ajax non è propriamente una prima punta, ma ha comunque una classe e una capacità di inserimento che potrebbero fare molto comodo alla Juve. Costa tanto, ma da Torino hanno pensato a questa offerta: Grygera più 18 milioni, subito a gennaio; i lancieri ci pensano. Quarto obiettivo, forse il più fattibile: Ciprian Marica dello Stoccarda. I due club hanno già fatto affari, il rumeno è solido, buon fiuto del gol (anche ieri ha segnato contro l'Italia a Klagenfurt): sul piatto Sissoko e spiccioli, dalla Germania prendono tempo. Sicuramente alla fine la Juve ad inizio 2011 avrà un nuovo centravanti? No. Però possono mettersi le basi per il futuro, anche se presumibilmente a giugno si inizierà a fare sul serio: dal già citato Dzeko a Pazzini, da Neymar a Gilardino. O chissà, uno tra quelli dati per papabili fra due mesi.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: