Palermo, Zamparini si tiene stretto il Palermo e rilancia il suo "amico arabo"


Solo l'11 novembre scorso, all'indomani della sconfitta di San Siro contro il Milan, Maurizio Zamparini se ne uscì con un perentorio: "Basta, vendo il Palermo". Dopo vittorie e prove convincenti, pare che l'imprenditore friulano ci abbia un attimino ripensato, anche se cerca di rimanere sulla linea: "Il calcio non è tutta la mia vita, ma penso che non abbandonerò mai il Palermo. Il gruppo internazionale che verrà avrà bisogno del mio contributo. Terrò una parte delle azioni e resterò in consiglio di amministrazione. Cederò il Palermo quando avrò garanzie che chi arriva vorrà puntare in alto. Sì, anche allo scudetto. Come hanno fatto il Manchester City e il Chelsea..." ha confidato al settimanale Oggi.

E poi ha messo in mezzo il suo amico dell'Arabia Saudita, con cui il Zampa fa affari in quel di Riyad. Già in estate, nel ritiro in Carinzia dei rosanero, era arrivato lo sceicco per parlare di affari (Zamparini è con lui socio nella catena di supermercati Casa Italia nella capitale saudita): "Sono arrivato qui col signor Maurizio perché lui è un mio socio e io verrò a fare investimenti con lui in Sicilia" si affrettò a dire Abdul Mohsin Al Hokair, col numero uno palermitano che confermò ("Lo sceicco è un mio amico, ma per il momento non c'è in programma nessun investimento nel Palermo"). Il 6 ottobre scorso, però, emersero nuove indiscrezioni su questa nuova possibile ondata di investimenti sulla squadra siciliana.

"Presto mi recherò a Riyad per parlare col mio amico Principe Arabo e coinvolgerlo nel Palermo. Se avrò successo potremo parlare dello Scudetto. Lui è un grande fan del nostro calcio" dichiarò con un pizzico di orgoglio Zamparini che oggi, un mese e mezzo dopo, ha confermato l'affascinante idea: "C'è un principe arabo, mio amico, che è molto intrigato... Se arriva il mio amico principe Pastore rimarrà a Palermo. Perché costruirà una grande squadra attorno a lui. Lo vogliono tutti, il Real attraverso un intermediario mi ha offerto 25 milioni l'estate scorsa". Principe o sceicco che sia, che si chiami Abdul Mohsen Bin Abdul Aziz Alhokair o Abdul Mohsin Al Hokair, si sa che possiede 15 centri commerciali e "produce" parchi divertimento da 35 milioni di visitatori l'anno.

La grana non gli manca.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: