Esonerato l'allenatore del Cluj per aver spaccato la panchina

sorin cartu

Il Cluj ha esonerato il suo allenatore, Sorin Cartu, a causa delle sue intemperanze nel corso della partita di Champions League persa dai romeni in Svizzera contro il Basilea per 1-0. Non è la prima volta che il tecnico si lascia andare a gesti di eccessivo nervosismo, ma quanto fatto vedere due giorni fa ha veramente dell'incredibile. L'uomo era "tranquillamente" seduto in panchina quando all'improvviso, per una decisione arbitrale, ha cominciato a prendere a pugni la panchina, ha proseguito poi con dei calci fino a riuscire a rompere il vetro laterale della stessa. Fosse dipeso da lui sarebbe anche entrato in campo per continuare le sue rimostranze, per fortuna è stato fermato dai suoi collaboratori.

Il gesto non è sfuggito al direttore di gara che prontamente è andato a redarguirlo, lui si è scusato ma evidentemente non è stato sufficiente. Il Cluj infatti ha deciso di dargli il benservito e lo ha licenziato, le motivazioni sono state rese note attraverso un comunicato della società: "I valori e l'immagine del club non possono essere associati al gesto del tecnico Sorin Cartu. È per questo che abbiamo deciso di interrompere la nostra collaborazione". La società ha anche presentato le sue scuse al Basilea, ai tifosi e alla Uefa.

Il Cluj è parte del Gruppo E, lo stesso della Roma, e il prossimo 8 dicembre se la vedrà proprio con i giallorossi nell'ultima giornata della fase a gironi di questa edizione della Champions League, in quell'occasione sulla panchina ci sarà Alin Minteuan, già parte dello staff tecnico del club. Come sappiamo alla squadra di Ranieri basta un pareggio per centrare la qualificazione, visti i tre punti di vantaggio che vanta sugli svizzeri. Per i romeni invece è quasi scontata la fine della campagna europea in questo 2010/2011.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: